NOTIZIA VERA Ploaghe, il latte non è buono: stermina il gregge

di Luca Mastinu |

NOTIZIA VERA Ploaghe, il latte non è buono: stermina il gregge Bufale.net

Ci segnalano un articolo pubblicato il 18 ottobre 2017 sul quotidiano sardo La Nuova Sardegna:

Ploaghe, il latte non è buono: stermina il gregge

PLOAGHE. Era esasperato dai continui rifiuti della cooperativa a cui fino a qualche mese fa consegnava quotidianamente il latte. Lo stop – legato all’alto contenuto microbico che aveva reso l’alimento prodotto dal suo gregge non più commestibile – gli ha fatto perdere la testa.

Così quel gregge – diventato improvvisamente un peso – è stato sterminato, pecora dopo pecora, con una crudeltà che ha lasciato senza parole gli uomini della Forestale e della polizia locale di Ploaghe che lo hanno rinvenuto in un lago di sangue ai piedi del colle di Santa Giusta, in località “Pala ’e Chercu”, dopo la richiesta di intervento di alcuni allevatori del paese che avevano sentito il fetore insopportabile degli animali in decomposizione.

Accanto alle carcasse delle 135 pecore sgozzate, gli agenti della polizia urbana hanno trovato anche i corpi martoriati di quattro cani pastore.

Come riportato su Today, e da un servizio radiofonico dell’emittente locale Radiolina, l’azienda alla quale l’allevatore collaborava aveva iniziato a rifiutare il latte del suo gregge, in quanto si presentava un contenuto microbico troppo alto. L’uomo ha sterminato l’intero allevamento per un totale di 135 capi e 4 cani.

Alla vicenda ha dedicato un servizio TgCom24.

Lo sterminio si è consumato a Ploaghe (SS), in località Pala ‘e Chercu, e l’allevatore di 62 anni è ora irreperibile. Il Messaggero riporta che le carcasse sono state gettate in un fossato e si trovavano già in avanzato stato di decomposizione. Il cattivo odore aveva allarmato gli allevatori dei terreni adiacenti, che avevano avvertito le forze dell’ordine. Polizia Locale e Forestale sono rimasti senza parole, considerato il lago di sangue sul quale giacevano i corpi senza vita degli animali.

Sempre Il Messaggero riporta che l’uomo era già noto alle forze dell’ordine dal 1998, quando fu sospettato di aver sparato ad un vicino di casa. L’uomo era finito in un ospedale psichiatrico giudiziario.

La notizia, dunque, è vera. Non vi sono dati sulle generalità dell’uomo in quanto risulta ancora irreperibile.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News