NOTIZIA VERA Grillo contro Salvini sui vaccini: “Valutazioni scientifiche non competono alla politica”

di Redazione |

Matteo Salvini è senza ombra di dubbio il personaggio politico del momento. Dopo aver affrontato anche il tema della scorta a Saviano, che tante polemiche ha creato in Rete tra chi è favorevole alla rimozione e chi invece è contrario, l’argomento del giorno che investe il leader della Lega è quello dei vaccini. Questione tanto cara al Movimento 5 Stelle in fase di campagna elettorale, con prese di posizione recenti molto più soft rispetto agli slogan “no vax“, ora è il Ministro dell’Interno ad esporsi su un argomento che definire delicato sarebbe riduttivo.

Come tutti sanno, lo stesso Salvini di recente ha dichiarato senza troppi giri di parole che “dieci vaccini sono inutili e in parecchi casi sono pericolosi, se non dannosi“. Una vera e propria incursione nel campo della sanità che non ha fatto piacere a tutti, nemmeno all’interno della squadra di governo, se pensiamo alla natura dell’immediata replica da parte della ministra della Salute della sua maggioranza, Giulia Grillo. La conferma giunge anche da Repubblica.

Importante membro del Movimento 5 Stelle per l’attuale maggioranza, la stessa ministra non ha utilizzato giri di parole per prendere le distanze dal pensiero di Salvini, invitando tutti a restare all’interno dei recinti delle proprie competenze. In sostanza, le decisioni verranno prese “in accordo con gli alleati di governo, ma chiaramente si tratta di un tema che deve essere discusso anzitutto dal ministero della Salute“. Giulia Grillo, però, ha lanciato una vera frecciata a Salvini affermando e rafforzando un concetto estremamente importante:

“L’obbligatorietà è un argomento politico, che ha a che fare con una strategia di tipo politico. Ma le valutazioni di tipo scientifico non competono alla politica, che “non fa” scienza, ma decide quale strumento utilizzare, se vuole l’obbligatorietà e in quale misura”.

In sostanza e per correttezza d’informazione, anche a detta della ministra Grillo ci sono tutti i presupposti per ridiscutere il piano della Lorenzin sui vaccini, ma il vero e proprio “alt” intimato a Salvini la dice lunga su quanto sia delicato un argomento come quello affrontato di recente dal leader della Lega.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News