No, Gheddafi non aveva previsto la pandemia del COVID19

di Luca Mastinu |

No, Gheddafi non aveva previsto la pandemia del COVID19 Bufale.net

Gheddafi profetizzò il Coronavirus? Questo è ciò di cui sono convinti tantissimi utenti che condividono un post in cui leggiamo un virgolettato attribuito a Mu’ammar Gheddafi da un discorso che il dittatore libico avrebbe pronunciato a New York nel 2009, all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Creeranno virus da soli e ti venderanno antidoti e poi faranno finta di aver bisogno di tempo per trovare una soluzione quando già ce l’hanno. Discorso di Muammar Gheddafi alla 64a Assemblea Generale delle Nazioni Unite, NEW YORK 2009

Una bufala che arriva dall’estero

Negli ultimi mesi questa citazione, complice una sempre viva contestazione della natura biologica del SARS-CoV-2, è stata oggetto di analisi da parte dei fact-checker internazionali. È il caso di Africa Check che in questo articolo pubblicato il 7 aprile 2020 riporta il discorso originale di Gheddafi, pronunciato nel settembre 2009 a New York per la 64esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il suo intervento era durato circa un’ora e 40 e la parte che ci interessa inizia circa dal minuto 87.

Non parlava di Coronavirus ma dell’influenza suina, e raccontava una bufala

Del suo intervento esiste una trascrizione completa sia su Africa News che sul sito istituzionale delle Nazioni Unite. Del segmento che ci interessa, ovvero quello in cui Mu’ammar Gheddafi parlava di virus e vaccini, leggiamo:

Oggi abbiamo l’influenza suina. Domani potremmo avere l’influenza dei pesci, perché a volte produciamo virus controllandoli. È un’attività commerciale. Le aziende capitaliste producono virus in modo da poter generare e vendere vaccini. È vergognoso e immorale. Vaccini e medicinali non dovrebbero essere venduti. Nel Libro Verde sostengo che i medicinali non dovrebbero essere in vendita, né soggetti a commercializzazione. Le medicine dovrebbero essere gratuite e i vaccini dovrebbero essere somministrati ai bambini gratuitamente, ma le aziende capitaliste producono virus e vaccini e vogliono realizzare un profitto. Perché non sono gratuiti? Dovremmo distribuirli gratuitamente, non a pagamento.

Alla protesta contro la commercializzazione dei medicinali Gheddafi affiancava la teoria dei virus creati in laboratorio dalle aziende per poter produrre un vaccino e avere un tornaconto. Nel 2009 la pandemia che spaventava il mondo era quella generata dal virus H1N1 dopo un salto di specie dai maiali all’uomo. Il mondo scientifico non ne conosceva l’origine e uno studio recente ha riaperto l’ipotesi secondo la quale il virus dell’influenza H1N1 troverebbe origine nei maiali.

Il discorso sull’origine dell’H1N1 è del tutto simile a quello sull’origine del SARS-CoV-2: in entrambi i casi è insistente la convinzione che si tratti di un artificio dell’uomo creato appositamente per creare un vaccino obbligatorio e foraggiare le casse delle aziende farmaceutiche.

Perché “bufala”?

Parliamo di bufala in quanto non è vero che Mu’ammar Gheddafi profetizzò la pandemia in corso, e soprattutto la frase a lui attribuita è rimaneggiata al servizio della condivisione compulsiva. Il dittatore libico si riferiva all’influenza suina e sosteneva che i virus (quello del suo presente, quelli del passato e quelli del futuro) fossero creati in laboratorio come pretesto per la somministrazione di vaccini e dunque per un profitto della sanità mondiale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News