Muore una transgender e la famiglia scrive il nome al maschile: Taffo le dedica un nuovo manifesto

di Bufale.net Team |

Muore una transgender e la famiglia scrive il nome al maschile: Taffo le dedica un nuovo manifesto Bufale.net

Taffo, la popolare agenzia funebre, ha scelto di omaggiare una transgender di Andria con un nuovo manifesto. La storia ha inizio con una segnalazione di Vladimir Luxuria su Twitter che dal suo profilo ha raccontato la storia di Gianna. La ragazza è scomparsa all’età di 49 anni e i suoi famigliari hanno affisso manifesti per la città in cui il suo nome veniva riportato come Giovanni, al maschile.

La notizia è stata ripresa anche dall’Ansa. La scelta dei manifesti con il nome al maschile era arrivata anche all’attenzione dell’Arcigay Bat che sui social ha parlato di “disagio, discriminazione, umiliazioni, di un sistema, di una società che non riconosce, non accetta, non include le tante sfaccettature, le differenze che chiedono cittadinanza al suo interno”.

Di seguito il tweet di Vladimir Luxuria:

Il caso è rimbalzato anche all’attenzione dell’agenzia funebre Taffo che si è subito adoperata per omaggiare Gianna con un manifesto creato ad hoc e pubblicato sulla sua pagina social:

Dalla stampa locale, infine, apprendiamo che i manifesti con il nome al maschile della transgender sono stati sostituiti con il nome corretto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News