Licenziato il Social Media Manager Facebook di INPS per la Famiglia: bufala sul reddito di cittadinanza

di Redazione |

INPS per la Famiglia

Da qualche ora a questa parte circola sui social la notizia che dà per licenziato il Social Media Manager di INPS per la Famiglia, in seguito ad alcune risposte che il diretto interessato avrebbe fornito su Facebook agli utenti in difficoltà con il reddito di cittadinanza. Per esaminare al meglio questa storia, occorre andare a ritroso di circa 24 ore, dopo la diffusione dei primi SMS con cui l’INPS ha comunicato ai cittadini che hanno presentato domanda quale sia stato l’esito di ciascuna pratica.

Come riportato attraverso un primissimo articolo pubblicato nel cuore della notte, una volta appurato se tutti i criteri per ottenere il reddito di cittadinanza fossero soddisfatti, tutta la discussione si è spostata all’interno della pagina Facebook INPS per la Famiglia. Tantissime le domande poste alla fonte, spesso con tono polemico a causa di importi riconosciuti molto più bassi rispetto alle aspettative degli utenti. Stando a quanto affermato anche dall’Istituto, tramite un post che potete esaminare più da vicino qui di seguito, probabilmente a causa della stanchezza del Social Media Manager della pagina Facebook, ad un certo punto i feedback sono andati un pochino oltre nei confronti del pubblico.

Ad una ragazza di Napoli, ad esempio, è stato imputato di essere in grado di scattare selfie con orecchie da coniglio, ma non di saper seguire una procedura ritenuta banale dall’admin. Ci sono poi tanti altri esempi che, non a caso, hanno fornito spunti a soggetti terzi nel creare pagine satiriche e fake su Facebook. Solo all’apparenza collegate a INPS per la Famiglia. Fatte queste premesse, oggi 18 aprile ha preso piede sui social la notizia del licenziamento dello stesso Social Media Manager.

Spulciando tra i commenti del post condiviso in precedenza, e che per maggiore precisione vi linkiamo anche qui, ad un certo punto qualcuno ha chiesto alla pagina INPS per la Famiglia se il precedente Social Media Manager fosse stato licenziato dopo quanto avvenuto nelle ultime ore. Secca la smentita dell’attuale admin: “No no state tranquilli”. Insomma, nessuna conseguenza irreversibile per lui e bufala sul Social Media Manager di INPS per la Famiglia licenziato dopo alcune risposte su Facebook a proposito del reddito di cittadinanza.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News