Le nuove ipotesi sull’aquila marina che cattura uno squalo: riscontri dagli esperti

di Redazione Bufale |

Aquila marina
Le nuove ipotesi sull’aquila marina che cattura uno squalo: riscontri dagli esperti Bufale.net

Tra ieri ed oggi ha fatto molto rumore la storia dell’aquila marina che cattura uno squalo. Un video girato presumibilmente da una turista, brava e fortunata nel trovarsi al posto giusto al momento giusto, ha fatto tornare di moda anche sulle nostre pagine le avventure di queste “importanti” creature marine, dopo alcune fake news del passato. Dalle 14, infatti, in tanti ci hanno chiesto un’opinione sulle immagini che trovate a fine articolo. Si tratta di un caso molto particolare, che al momento non consente di giungere a sentenze, ma quantomeno ad alcuni studi di settore utili per fare luce su questa vicenda non così singolare come potrebbe sembrare.

L’aquila marina che cattura uno squalo: sono reali le immagini?

Abbiamo consultato due esperti in due ambiti diversi dopo le prime segnalazioni riguardanti il video in cui l’aquila marina che cattura uno squalo. Alla luce di una qualità del video non eccelsa, in molti hanno ipotizzato che il contenuto sia fake e che sia stato manipolato allo scopo di generare un contenuto social acchiappaclick. In realtà, due videomaker esperti di queste dinamiche ci spiegano che se si trattasse di un fake, sarebbe fatto così bene che gli autori avrebbero dovuto puntare su un 3D fotorealistico con lights e shading altrettanto fotorealistici. Oltre a compositing, motion tracking e color grading.

Ora, considerando il fatto che non avrebbe senso fare un lavoro del genere (essendo enorme), è molto probabile sia reale e che non sia una bufala. Per quanto concerne l’ambito più “naturale”, ci è stato confermato che al 99% la preda dell’aquila marina non sia uno squalo, ma il cosiddetto “sgombro spagnolo”. Tesi, questa, sostenuta anche dal Corriere.

A fine articolo, trovate il video preso da Youtube sull’aquila marina che cattura uno squalo, in modo che ognuno possa farsi la propria idea sull’eventuale veridicità delle immagini. Noi, in tutta onestà, restiamo coi nostri dubbi, fermo restando che la preda secondo quanto abbiamo raccolto pochi minuti fa dovrebbe riferirsi al cosiddetto sgombro spagnolo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News