La gaffe di Enrico Letta sull’imperatore Claudio definito straniero

di Redazione Bufale |

Ha sollevato un polverone il tweet di Enrico Letta sull’imperatore Claudio, con l’ex Premier reo di aver definito quest’ultimo straniero nonostante fosse romano. In politica, si sa, quando si eccede con alcune uscite il rischio di commettere errori è elevato, come abbiamo notato con alcune magliette di Pontida nelle scorse settimane. Anche oggi 14 ottobre ci sono alcuni concetti da precisare a proposito di un post che sta creando un acceso dibattito sulle origini del suddetto imperatore.

Cosa ha detto Enrico Letta sull’imperatore Claudio?

Partiamo dall’antefatto, vale a dire dal tweet pubblicato da Enrico Letta sull’imperatore Claudio. Il suo messaggio è stato chiaro nella giornata di ieri: “Ho visitato e molto apprezzato all’ #AraPacis la mostra su #Claudio primo Imperatore #straniero a Roma, primo di una lunga serie. Quanto erano più lungimiranti di noi i romani, bravi a integrare e prosperare...”. Immediata la replica di diversi utenti, i quali hanno voluto evidenziare le origini romane dell’imperatore.

Ne è nata una discussione tra coloro che hanno imputato ad Enrico Letta di voler estendere il concetto di integrazione lì dove non fosse opportuno, e chi invece ha evidenziato che in realtà l’imperatore Claudio sia nato a Lugdunum. Questione complessa, in quanto parliamo della colonia diventata la capitale della Gallia nel 27 a.C. e che, ad oggi, corrisponde alla città di Lione. Contestualizzando alla nostra epoca la vicenda, si potrebbe definire straniero l’imperatore in questione.

Tuttavia, Lugdunum divenne colonia romana nel 43 a.C. sotto il nome di Colonia Copia Felix Munatia Lugudunum, prima della nascita dell’imperatore Claudio. Aggiungiamo che nacque in Gallia per il semplice motivo che suo padre stava conducendo una campagna militare, ma è cresciuto a Roma. Insomma, critiche che in questo caso hanno un senso, anche se restiamo aperti ad eventuali integrazioni e segnalazioni per correggere il tiro, trattandosi di una vicenda intricata e abbastanza al limite.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News