Inevitabile il lockodown in Campania con De Luca: data di inizio e durata annunciata oggi

di Redazione Bufale |

Lockdown in Campania
Inevitabile il lockodown in Campania con De Luca: data di inizio e durata annunciata oggi Bufale.net

C’è molta confusione a proposito del lockdown in Campania, praticamente ufficializzato nella giornata di oggi 23 ottobre, con indecisione sia sulla data di inizio, sia sulla sua durata. In attesa di conoscere i dettagli delle chiusure imposte dal governatore De Luca, che evidentemente non ha voluto attendere il raggiungimento di alcune soglie per le terapie intensive nella regione a differenza di quanto vi abbiamo riportato in questi giorni, possiamo fare qualche considerazione. Tutto ruota attorno alle stesse parole del Presidente della Regione pronunciate nel corso di una diretta Facebook nel pomeriggio.

Inizio lockdown in Campania: le informazioni date da De Luca oggi sulla durata

In seguito ai primi annunci dello stesso De Luca, qualcuno ha temuto che il lockdown in Campania potesse scattare addirittura tra oggi e domani. Nulla di tutto questo, almeno stando alle informazioni fornite dallo stesso governatore. Ad esempio, a proposito della data di inizio, sappiamo soltanto che domani mattina ci sarà una riunione con l’unità di crisi, fondamentale per ottenere osservazioni alla base dei provvedimenti che verranno presi in ottica scuola.

Questo vuol dire che l‘ordinanza relativa al lockdown in Campania ci sarà solo tra sabato e domenica. Dunque, risulta improbabile al momento che ci possano essere novità concrete durante il fine settimana, così come è plausibile che non si vada oltre la giornata di lunedì per rendere operative le direttive della chiusura. Quali saranno le eventuali differenze rispetto alle disposizioni di marzo, al momento non è dato saperlo.

Infine, oggi è emersa anche la probabile durata del lockdown in Campania. Se per l’inizio è possibile che si possa andare oltre il weekend, De Luca ha dichiarato chiaramente che la chiusura potrebbe durare dai trenta ai quaranta giorni. Chiaro, però, che se la situazione non dovesse migliorare in termini di contagi e soprattutto nelle strutture ospedaliere, la misura potrebbe essere prolungata anche nelle settimane successive.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News