“Il Dottor De Donno è ricoverato ed è molto grave”, l’audio del finto suicidio/omicidio

di Bufale.net Team |

“Il Dottor De Donno è ricoverato ed è molto grave”, l’audio del finto suicidio/omicidio Bufale.net

Oggi muore il dottor Giuseppe De Donno, 54 anni, ex primario di Pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova,  Aveva 54 anni.

Portato sulle pagine della stampa dalle sue ricerche e dichiarazioni sull’uso del plasma iperimmune, De Donno era molto provato dagli effetti di quella notorietà che, specie sui social, spesso diventa morbosa attenzione che inghiotte e divora.

Di seguito l’articolo sulla bufala che GIRAVA AD APRILE. 

Articolo sulla bufala che GIRAVA AD APRILE

“Il Dottor De Donno è ricoverato ed è molto grave”, dichiara un audio molto diffuso nelle complottistiche lande di Telegram.

Una voce femminile, concitata, scandisce questo incipit, aggiungendo che gli odiati media mainstream avrebbero descritto lo stato di De Donno come dovuto a un tentato suicidio.

Tentato suicidio che la voce dichiara essere un tentato omicidio, al pari di quello di Giulietto Chiesa, chiedendo al suo uditorio informazioni.

“Il Dottor De Donno è ricoverato ed è molto grave”, l’audio del finto suicidio/omicidio

In realtà il dottor De Donno, noto nel periodo del primo Lockdown per la sua difesa a oltranza dell’uso terapeutico del Plasma Iperimmune è semplicemente in prolungato silenzio stampa.

Cosa anche logica, dato il circo mediatico in cui la situazione pandemica ha spinto molte personalità.

La stessa Gazzetta di Mantova definisce il suo silenzio mediatico una scelta consapevole, che ad esempio lo difende dalle molti voci di corridoio che tutt’ora si affastellano sull’ospedale di Mantova sua sede di lavoro.

Voci di corridoio che si sono spinte, come abbiamo visto, a dichiarare che “Il Dottor De Donno è ricoverato ed è molto grave”.

Con tanto di riesumazione delle teorie complottistiche sulla morte di Giulietto Chiesa.

Perché una richiesta di silenzio stampa la si rispetta, non si inventano morti a caso.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News