GUIDA UTILE I guadagni della Chiesa Cattolica

di Fabio L. |

GUIDA UTILE I guadagni della Chiesa Cattolica Bufale.net

guida utile chiesa cattolica

Ho deciso di affrontare un argomento spinoso come questo, per poter offrire una panoramica maggiore e chiara su come la Chiesa Cattolica rifornisce le sue casse statali.

Come suggerisce Wikipedia è bene distinguere, innanzitutto, lo Stato Vaticano e le varie chiese sparse in tutto il mondo.

Lo Stato Vaticano, si rifornisce principalmente grazie a:

  1. Il cosiddetto “Obolo di San Pietro“, altro non è che la raccolta della questua durante ogni celebrazione eucaristica, per offrire un piccolo contributo volontario e personale alle spese e al sostegno dei più bisognosi;

  2. Incassi annuali per visite ai Musei Vaticani;

  3. Guadagni ottenuti dallo I.O.R. (Istituto per le Opere di Religione).

Soffermiamoci sull’ultimo punto.
Lo I.O.R. non è la banca vaticana.  È una istituzione, volta a prendersi cura del Vaticano e di tutti gli utenti nel mondo e il suo scopo, come citato sul sito ufficiale, è:

Provvedere alla custodia e all’amministrazione dei beni trasferiti o affidati all’Istituto medesimo da persone fisiche o giuridiche e destinati ad opere di religione e carità. L’Istituto può accettare beni da parte di enti e persone della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano.

Inoltre, dal 2013, ogni anno l’Istituto per le Opere Religiose pubblica online il bilancio annuale.
Per farla breve, lo I.O.R. è come se fosse un enorme centro di raccolta, in cui ognuno può scegliere liberamente di donare qualcosa, che non va nelle tasche del Vaticano, ma che viene ridistribuito in tutti gli enti che ad esso sono collegati (scuole religiose, funzionari, chiese, dipendenti, centri di aiuto e accoglienza ecc.).

Diversa è invece l’A.P.S.A. (Amministrazione del Patrimonio e della Sede Apostolica)
Questa è da considerare come la banca centrale vaticana. Sul sito ufficiale è possibile leggere all’articolo 172:

1. Spetta a questo ufficio di amministrare i beni di proprietà della Santa Sede, destinati a fornire fondi necessari all’adempimento delle funzioni della Curia romana.

2. L’Ufficio amministra anche i beni mobili ad esso affidati da altri enti della Santa Sede.

Quindi, la differenza sostanziale è che lo I.O.R si prende cura di tutto ciò che è esterno allo stato Vaticano. L’A.P.S.A. invece, essendo la banca centrale, è il salvadanaio interno e si interessa a far funzionare economicamente tutta la struttura dello stato pontificio. La C.E.I. riscuote anche il denaro devoluto volontariamente attraverso l’8×1000 e gli introiti da questo canale, sono visibili e consultabili su questo sito e anche qui.

Ovviamente, è inutile negare che nel Vaticano ci siano state magagne e scandali finanziari (come è successo, d’altronde, in altri istituti di credito nel mondo), ma sputare fuoco per partito preso contro la Chiesa o qualsivoglia argomento non è autorevole, senza un’informazione di base.

C’è anche da aggiungere tra l’altro, che dal 2010, il Vaticano ha firmato gli accordi europei sulle normative anti-riciclaggio per evitare sempre meno situazioni poco pulite.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News