GUIDA UTILE Chi c'è dietro Catena Umana – Bufale.net

di David Tyto Puente |

GUIDA UTILE Chi c'è dietro Catena Umana – Bufale.net Bufale.net

guida-utile-catena-umana
NOTA: Invitiamo gli utenti a non scannarsi contro la persona, ma piuttosto di prendere coscienza di cosa c’è dietro a certi siti ed evitare di seguirli come se fossero punti di riferimento dell’informazione online.
Continuiamo questa serie di “Guide utili”, dopo quella riguardante Senzacensura, per capire cosa e chi c’è dietro i siti internet che diffondono bufale e disinformazione con uno dei più conosciuti: Catena Umana.
Il nome del suo proprietario è ben noto: Vicenzo Todaro (cognome presente nell’attuale Whois del sito) Todano (cognome presente nel Whois del 2013).

vincenzo-todaro
Vincenzo Todaro, foto Gazzettadiparma.it

Ecco il Whois del sito del 2013 (a sinistra) e quello attuale del 2015 (a destra).
WHOIS-CatenaUmana-2013-2015
Ex imprenditore edile (Nord Est Costruzioni di Todaro Vincenzo-SAS), Vincenzo decise di intraprendere la via del Web creando il sito Catenaumana.it monetizzando attraverso lo sfruttamento della rabbia e dell’indignazione popolare.
Non solo ex imprenditore edile e “blogger”, il suo nome è legato anche un Bed and Breakfast di Parma chiamato “B&B Simona“.
Whois del sito BebSimona.it
Whois del sito BebSimona.it

Ricercando i siti internet intestati a Todaro troviamo BebSimona.it (Whois), nel quale il numero di telefono è lo stesso della “Nord Est Costruzioni di Todaro Vincenzo-SAS”: 0521698741.
bebsimona
Il sito del B&B Simona

telefono-nord-est-costruzioni-todaro
Da Pagine Bianche online

Non solo, anche il dominio Tartarugamania.it, intestato sempre a Todaro, rimanda al sito del B&B Simona.
La pagina Facebook del B&B Simona piace anche alla pagina Facebook di Catena Umana.
mi-piace-della-pagina-facebook-catena-umana

Parola d’ordine: far abboccare – Le tecniche e le fonti di Catena Umana

Farina del sacco di Catenaumana c’è ben poco all’interno del sito, per lo più si tratta di articoli copia incollati da altri siti, tra cui Il GiornaleLercio, e in certi casi modificati ad arte per renderli più appetibili all’indignazione popolare nel Web.
Ecco alcuni esempi di “copia incolla” da Lercio:

Quello recentemente più famoso è quello che riguarda Vanessa Marzullo e Greta Ramelli: “Greta e Vanessa ai pm di Roma: “sesso con i guerriglieri, ma non siamo state violentate”“. Si trattava di un perfetto copia incolla dell’articolo pubblicato da Il Giornale in data 16 gennaio 2015 (del giorno prima) dal titolo “Greta e Vanessa ai pm di Roma: Non siamo state violentate“.
Lo stesso articolo venne poi copiato e incollato da Piovegovernoladro facendo cadere in trappola Maurizio Gasparri.
Non solo copia incolla, ma anche lo sfruttamento di altre bufale ad opera di noti burloni del Web come Ermes Maiolica: “Per colpa di Renzi mi rimangono solo 2 mesi di vita“.
Lo stesso Todaro spiega il suo operato e gli eventuali sviluppi:

Il “trucco” per attirare l’attenzione delle persone è cercare notizie valide e riscriverle dando il nostro taglio, fare un titolo d’effetto e cercare qualche immagine forte.
Quali sono secondo Todaro i temi più «caldi» del momento? «C’è molta paura del terrorismo. Ritengo che in Italia il pericolo di attacchi di quel tipo non ci sia». Fare rete dalla rete, un’idea già vincente per Beppe Grillo che da un blog ha fatto un movimento arrivato fino ai banchi del parlamento. «La mia idea iniziale non era quella. Non escludo però che Catena Umana possa evolvere in un movimento o in un partito».

Un altra tecnica usata da Catena Umana è quella di modificare le date di pubblicazione degli articoli. Un esempio è l’articolo sulla vendita di carne di cane che sarebbe stata approvata in Italia: in realtà l’articolo era stato pubblicato da Catenaumana.it nel 2014, ma modificando la data viene spacciata come nuova. Una notizia che funziona si ricicla e gli utenti ci credono indignati.

Gli amministratori del Gruppo Facebook di Catena Umana

gruppo-facebook-catena-umana
header-gruppo-facebook-catena-umana
Il Gruppo Facebook di CatenaUmana.it risulta chiamarsi “Tutti i crimini degli immigrati“, il quale presenta numerosi amministratori di nome… Vincenzo Todaro.
vincenzo-todaro-account
Non lasciatevi sorprendere dai profili “Loredana Montanaro” e “Marfo Henry”. Entrambi gli account riportano fotografie che non coincidono con i nomi.
Gli account “Loredana Montanaro” riportano le foto dell’attrice americana Mary-Kate Olsen, una delle due gemelle Olsen protagoniste della serie tv “Gli amici di papà” (“Full house“).
Dagli account Facebook “Loredana Montanaro” (1 e 2), con i loro oltre 4900 amici a testa, vengono continuamente condivisi gli articoli, anche vecchi, di Catenaumana.it e del B&B associato a Vincenzo.

Le condivisioni Facebook di due degli account
Le condivisioni Facebook di due degli account

La foto di “Marfo Henry“, account creato nel 2015, è quella usata in altre occasioni da vari siti Web come Dagospia per mostrare il volto di un presunto clandestino.
Ora passiamo alla “moltiplicazione dei Todaro“. Non sono fatti a caso, così come quelli di “Loredana”. La tecnica è nota per gli amministratori di certe pagine Facebook, pronti ad avere un secondo, terzo e quarto account pronto a gestire la pagina in caso il primo account venisse bloccato in seguito a qualche segnalazione. Non solo, servono anche a raccogliere un numero considerevole di amicizie che poi vedano nelle proprie homepage di Facebook gli articoli condivisi da Catenaumana.it. Ne riportiamo qualcuno:

Sommati a quelli di “Loredana” siamo a circa 20 mila potenziali utenti che potrebbero aprire il link di Catenaumana condivisi da questi account.

Le pagine Facebook

Citiamo altre pagine Facebook collegate al sito Catenaumana.it:

Un’altra pagina Facebook molto grossa è collegata al mondo “Catena Umana”, per ammissione dello stesso Vincenzo in una discussione tra lui e Alex Dharma, autore del post pubblicato nella pagina Facebook Anonymous Italia il 21 maggio 2013:

IL DIALOGO IN PVT:
Alex Dharma
Fate un vostro evento sul 1° giugno, a me non interessa avere l’esclusiva su di una cosa che interessa tutti i paesi d’europa ed il nostro . Invece voi la state boicottando. Ho visto cosa rispondete in pagina a chi vi chiede info sulla protesta. Ne negate l’esistenza e questo è gravissimo. Io l’ho postata nel vostro evento per svergognarvi, perchè negavate una protesta importante e riconosciuta ufficiale a livello europeo, non per farmi pubblicita!
10:13
Vincenzo Todaro
non è che ne neghiamo l’esistenza, il fatto è che noi non possiamo permetterci di pensare ad altro; c’è pochissimo tempo e siamo indietro e non vogliamo perderci in altre cose, magari anche piu importanti; ma non ci interessano. la data per noi è il 21 giugno. le altre non ci interessano.
10:14
Alex Dharma
La gente veniva da me in pagina a chiedere perchè catena umana diceva che era una bufala,incredibile! Informatevi, innanzitutto no l’ho organizzata io , e in secondo luogo , all’estero ne parlano tutti e molti movimenti e pagine contano già migliaia di adesioni. In italia è appena arrivata la notizia per questo sono in pochi ancora .
10:15
Vincenzo Todaro
e i nostri elettori che vengono nel nostro evento non devono essere deragliati in altri pensieri. sono nostri, trovate altri modi per dirottarli nelle vostre pagine; è scorretto andare in un negozio di altri e all’interno vendere il proprio prodotoo.
10:15
Alex Dharma
Elettori? Negozio?…ma che è un business o una ribellione? Non è vero voi la negate, almeno Tenderini , vai a vederti i commenti di cosa risponde quel disonesto alla gente
10:16
Alex Dharma
Non è una competizione e la protesta europea è di tutti non nostra o vostra e voi avreste il dovere di sponsorizzarla, per conto vostro dico,e fare anche un evento vostro per riunire gli italiani insieme ai paesi europei. A noi non importa avere ‘esclusive’ o fare business.
10:18
Vincenzo Todaro
in pagina siete 2000 o poco di piu; noi tra catena umana e questa è l’italia (sempre con noi) prova a vedere quanti siamo; e se è cosi, evidentemente un po di credibilità ce l’abbiamo
10:20

Si, parliamo anche della pagina Facebook “Questa è l’Italia“, con i suoi oltre 144 mila “mi piace”, la quale rimanda proprio al sito di Catenaumana.it:
questa-e-l-italia-facebook-catenaumana
Oltre alla pagina ufficiale di Catenaumana, che conta oltre 214 mila “mi piace”, superiamo i 424 mila “fan”, potenziali lettori e persone che condivideranno gli articoli pubblicati da queste pagine.

I banner pubblicitari e la monetizzazione

Chiariamo subito: chiunque può instaurare un contratto di affiliazione con un fornitore di annunci. Questi ultimi non hanno responsabilità con i contenuti dei siti.
Gli articoli del sito, prendendo in esame l’articolo bufala copia incollato da Lercio sul gattino e i rom, presenta ben 6 banner Adsense associati allo stesso account Google e un banner Linkwelove.
banner-catena-umana
Potete facilmente immaginare, considerando i multipli account di Vincenzo, i gruppi Facebook e le pagine Facebook, quanti potenziali utenti accedono ad un singolo articolo di Catenaumana e quanti potrebbero essere i guadagni.
La “nuova” creazione
Un altro sito intestato a Todaro è Blacknews.it, aperto a inizio 2015, il quale pubblica anch’esso notizie simili a quelli di Catenaumana e ne pubblicizza le pagine Social.
blacknews

Altri siti collegati e pubblicizzati

Una piccola nota sulla pagina “Questa è l’Italia”. Dal 2 settembre la pagina condivide gli articoli del sito “Noinvasione.com“, dominio aperto il 2 settembre 2015 e di cui Whois è oscurato.
noinvasione-com

Whois del sito NoInvasione.com
Whois del sito NoInvasione.com

La pagina Facebook di riferimento, al momento, è “Fuori dai coglioni“.
Un altro sito pubblicizzato, anche se in maniera abbastanza difficile da notare, è quello di Piovegovernoladro.eu, un sito privo di contenuti se non pubblicitari e che non è lo stesso e ben più noto Piovegovernoladro.info.
Ecco i dati del Whois relativi al dominio Piovegovernoladro.eu:
WHOIS-search---EURid-piovegovernoladro-eu
Non sono presenti il nome e il cognome del proprietario, soltanto un’email dalla quale troviamo un riscontro. L’email vicid86@virgilio.it risulta essere di Vincenzo Diovisalvi, il quale risulta essere il Segretario Nazionale del partito “Adesso Italia” e già associato al sito Italiachedimentica.com.
vincenzo-diovisalvi
Ecco il post Facebook pubblicato dalla pagina “Europa uguale Dittatura STOP” dove sono stati pubblicati i suoi dati:
piovegovernoladro-eu-vincenzo-diovisalvi
Altro particolare è la pagina Facebook del partito “Adesso Italia”, la quale è collegata con il sito Adessoitalia.info, registrato a nome di Vincenzo Diovisalvi, anch’esso privo di contenuti come Piovegovernoladro.eu.
adesso-italia-facebook

AGGIORNAMENTO 2 novembre 2015 ore 23:30

Vincenzo ha aperto un nuovo sito e lo sta condividendo: Crimenews.it (Whois)
CrimeNews
 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News