DISINFORMAZIONE Greta e Vanessa ai pm di Roma: “sesso con i guerriglieri, ma non siamo state violentate” – Bufale.net

0
71
http://www.bufale.net/home/wp-admin/options-general.php?page=ad-inserter.php#tab-11

catena-umana-greta-vanessa-sesso-terroristi

In tanti, nel giro di poco tempo, ci avete segnalato l’articolo del 17 gennaio 2015 pubblicato da Catena Umana con il titolo “Greta e Vanessa ai pm di Roma: sesso con i guerriglieri, ma non siamo state violentate“. Abbiamo, ovviamente, provveduto ad un immediato screenshot.

[AGGIORNAMENTO 18 gennaio 2015 ore 00:06: Maurizio Gasparri ha preso per vero l’articolo copia incolla del sito Piovegovernoladro – leggi qua]

Secondo Catena Umana, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo avrebbero dichiarato davanti ai pm romani che avrebbero consumato rapporti sessuali consenzienti con i sequestratori:

Cinque mesi difficili, ma senza subire violenze alcune, non nascondo, dice Greta, che con alcuni guerriglieri ci sono stati rapporti sessuali, ma assolutamente consenzienti, con noi erano gentili.

Si tratta di un perfetto copia incolla dell’articolo pubblicato da Il Giornale in data 16 gennaio 2015 (del giorno prima) dal titolo “Greta e Vanessa ai pm di Roma: Non siamo state violentate“. Come potete vedere, anche il titolo è molto simile.

Ecco lo screenshot dell’articolo di Catena Umana:

Greta-e-Vanessa-ai-pm-di-Roma--sesso-con-i-guerriglieri--Catena-Umana

Ecco lo screenshot dell’articolo di Il Giornale:

Greta-e-Vanessa-ai-pm-di-Roma-IlGiornale

Il copia incolla

Analizziamo i testi de Il Giornale e di Catena Umana, così da capire quali sono le parti aggiunte o modificate (segnate in rosso).

Ecco quello de Il Giornale:

Siamo state sempre insieme”. E sulle persone che le hanno tenute prigioniere: “Avevano sempre il volto coperto”

Cinque mesi difficili, ma senza subire abusi e violenze. È quanto avrebbero dichiarato Greta Ramelli e Vanessa Marzullo ai pm romani, dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dai sostituti Sergio Colaiocco e Francesco Scavo, che le hanno sentite per oltre quattro ore nella caserma del Ros in via di Ponte Salario.

[…]

Ecco quello di Catena Umana:

“Siamo state sempre insieme”. E sulle persone che le hanno tenute prigioniere: “Avevano sempre il volto coperto”

Cinque mesi difficili, ma senza subire violenze alcune, non nascondo, dice Greta, che con alcuni guerriglieri ci sono stati rapporti sessuali, ma assolutamente consenzienti, con noi erano gentili. È quanto avrebbero dichiarato Greta Ramelli e Vanessa Marzullo ai pm romani, dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dai sostituti Sergio Colaiocco e Francesco Scavo, che le hanno sentite per oltre quattro ore nella caserma del Ros in via di Ponte Salario.

[…]

Chissà cosa penserà l’autore dell’articolo de Il Giornale, Federico Nicci, in merito alla scopiazzatura del suo lavoro e il totale sconvolgimento di quanto riportato.

Le fonti?

Nessun altro sito di informazione ha riportato un fatto del genere. Nessuna testata giornalistica ha riportato frasi o affermazioni minimamente vicine a quelle riportate da Catena Umana.

Riporta il Sole24Ore del 16 gennaio 2015:

Stando a quanto rivelato agli inquirenti, non ci sarebbe mai stato «un uso sistematico della violenza durante il loro sequestro».

Da AdnKronos del 16 gennaio 2015:

Greta e Vanessa, le due cooperanti italiane rapite in Siria, non hanno subito violenze sessuali durante i cinque mesi trascorsi nelle mani dei sequestratori.

Di nuovo Il Giornale, con un articolo del 17 gennaio 2015 (alle ore 07:00) a firma Tiziana Paolocci:

Cinque mesi difficili, spostate da una prigione all’altra del Nord della Siria, senza però subire violenze o abusi sessuali.

[…]

E dai verbali delle due audizioni, ora secretati, è emerso che le due hanno ribadito di non essere mai state minacciate di morte o violentate. In sostanza ai magistrati hanno parlato di un trattamento duro, ma con livelli di criticità tollerabili e non paragonabili a quelli subiti da altri italiani sequestrati in zone di guerra, come la Libia.

L’articolo “scritto” da Catena Umana è stato pubblicato 4 ore prima di questo nostro articolo, e sulla propria pagina Facebook  3 ore prima, ossia alle 19:20.

catena-umana-facebook-greta-vanessa-orario catena-umana-4-ore-fa-greta-vanessa-disinformazione

Possibile che il proprietario di Catena Umana fosse a conoscenza più di quanto riportato dai giornali ore prima e dopo che i verbali delle due audizioni erano ormai secretati? Per di più copiando, incollando e aggiungendo del testo all’articolo pubblicato da Il Giornale a firma Federico Nicci.

Le uniche supposizioni, e si parla solo di questo, sono state scritte dai commentatori dell’articolo pubblicato da Il Giornale.

Riportiamo i commenti antecedenti alla pubblicazione dell’articolo su Catena Umana:

accondiscendenti-greta-vanessa-ilgiornale-commenti-2accondiscendenti-greta-vanessa-ilgiornale-commenti-0

Quanto è stato riportato da Catena Umana è da classificare come disinformazione.

Cos’è la disinformazione?

Lo avevamo scritto in un articolo precedente:

Nel mondo della comunicazione è l’attività che mira a fornire e diffondere informazioni false, fuorvianti o non oggettive, al fine di distorcere o alterare la realtà dei fatti per ingannare, confondere o modificare le opinioni verso una persona, un argomento o una situazione.

Riportando queste false informazioni sulle due ragazze, in molti ora sono convinti che ciò sia realmente accaduto e hanno espresso le proprie opinioni a riguardo. Il risultato? Ecco qualche commento dalla pagina Facebook di Catena Umana dove è stato condiviso l’articolo copia incollato e modificato da Il Giornale:

commenti-catena-umana-vanessa-greta

Conosciamo già il sito Catena Umana

Abbiamo già parlato di Catena Umana sul nostro sito Bufale.net. Riportiamo giusto qualche articolo a riguardo:

Da notare che gli ultimi due articoli citati, quelli riguardo a Beppe Grillo e ai Rom e il gattino, sono stati copiati e incollati da Lercio.

AGGIORNAMENTO domenica 18 gennaio 2015, ore 2:58

La stessa notizia è stata pubblicata dal sito Ribelli.eu.

AGGIORNAMENTO martedì 20 gennaio 2015, ore 9:38

Il sito Ribelli.eu ha cambiato il titolo e il contenuto dell’articolo. L’url in questione (http://www.ribelli.eu/?p=14091) è stato analizzato attraverso gli strumenti messi a disposizione da Facebook, i quali contengono ancora nel database le vecchie informazioni dell’articolo prima della modifica.

Object-Debugger-.ribelli-vanessa-greta sesso-con-i-guerriglieri--ma-non-siamo-state-violentateRibelli