DISINFORMAZIONE Il Real Madrid cambia il proprio logo per gli sponsor

di Shadow Ranger |

EMIRATI ARABI
Ci segnalano i nostri contatti il seguente articolo, fonte Yahoo, secondo cui

Il denaro ha la meglio sulla religione. Potrebbe essere questa la sintesi perfetta che sta alla base della decisione del Real Madrid di togliere la croce dal proprio simbolo per non indispettire il pubblico degli Emirati Arabi Uniti. Una banca di Abu Dhabi, infatti, ha deciso di produrre una carta di credito con il simbolo del club spagnolo, di cui è un ricchissimo sponsor, chiedendo però di togliere la croce sopra la corona.

Un simbolo storico, concesso direttamente da re Alfonso di Spagna nel 1920, e che plasmò proprio il nome del club con “Real”. La croce reale, dunque, è stata nascosta per far contenti gli sponsor e per non offendere la popolazione musulmana. Una rivoluzione.

L’articolo è corretto: ma dalla versione della notizia che circola in Italia manca un dettaglio. Un dettaglio piccolo, ma di importanza capitale.

Riporta infatti il portale sportivo Spagnolo Marca.com, nella sua edizione inglese

One of the flagship items announced at the event was a brand-new National Bank of Abu Dhabi credit card that doubles as a Real Madrid membership card. Images of this new product have now surfaced, revealing that it features an edited version of the regular ‘Los Blancos’ badge, with the cross – a Christian symbol – above the crown removed so as to avoid causing offence or discomfort among Muslim customers.
Uno dei prodotti di punta annunciati all’evento è una nuovissima carta di credito della Banca Nazionale di Abu Dhabi che funge anche da tessera del club dei tifosi del Real Madrid. Immagini di questo nuovo prodotto si sono diffuse, rivelando che contiene una versione modificata del logo ordinario dei ‘Los Blancos’  con la croce  sulla corona- simbolo Cristiano – rimossa per evitare offesa o disagio con gli utenti islamici.
As Florentino put it a couple of months ago, “I know that the local people experience every match in a special way and that our links with the UAE are constantly growing stronger. This agreement will help the club to keep conquering the hearts of followers in the United Arab Emirates”. And from the looks of things, the club is willing to compromise on aspects of its identity in pursuit of these new fans.

Come Florentino ha dichiarato un paio di mesi fa, “So che le popolazioni locali vivono ogni incontro in un modo diverso, ed i nostri collegamenti con gli Emirati Arabi Uniti sono in crescita. Questo accordo ci consentirà di conquistare i cuori dei sostenitori degli EAU”. E come sembrano le cose, pare che il club sia pronto al compromesso su alcuni aspetti identitari per perseguire il nuovo pubblico.
Riportando la notizia, il prestigioso quotidiano Washington Post precisa
Outside the U.A.E., the club crest has not been altered.
Al di fuori degli Emirati Arabi Uniti il simbolo del club non è stato modificato.
Quindi la modifica non riguarda “il simbolo del Real Madrid” in ogni declinazione: semplicemente, in un particolare prodotto, in collaborazione con la Banca Nazionale di Abu Dhabi, un simbolo ritenuto alieno all’utenza dell’imprenditore bancario è stato editato.
Nel resto del mondo il logo resterà quello che noi siamo abituati a conoscere: sull’opportunità o meno di introdurre variazioni regionali di simboli amati lasciamo la parola a voi lettori, rassicurandovi che il merchandising in vostro possesso è ancora attuale e legato al simbolo che amate e a cui siete affezionati.
A meno che non riusciate a procurarvi una carta di credito della Banca Nazionale di Abu Dhabi, naturalmente.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News