Maiali vivi bolliti nei macelli – bufale.net

di Shadow Ranger |

Maiali vivi bolliti nei macelli – bufale.net Bufale.net

Ci sono molte gradazioni nella disinformazione. Mentre la bufala è, sostanzialmente, una completa invenzione, la disinformazione è un evento deformato, o incompleto.

A volte, ottenere una disinformazione è semplice come rimuovere l’effetto dalla causa, o raccontare una storia a metà. Del resto, anche Titanic, se ti allontani dal cinema prima che inizi il secondo tempo, può essere considerato una storia d’amore a lieto fine che si consuma su una nave lussuosa quanto inaffondabile.

Ci sottopongono ora questo video, rimbalzato già da due pagine animaliste, nel quale viene mostrato un macello bollire vivi dei maiali con la seguente didascalia

Maiali BOLLITI VIVI nei MACELLI. Alza il volume, ASCOLTA le loro URLA ORA perché quando sei a casa, davanti alla tua BISTECCA fumante, NON AVRAI MODO DI SENTIRLE.

Ecco cosa accade a questi animali nei macelli QUI IN OCCIDENTE, quello stesso occidente che per molte persone è sinonimo di evoluzione e rispetto per gli esseri viventi. Qualcuno di voi si sente ancora in diritto di accusare alcuni popoli asiatici perché fanno bollire VIVI CANI e GATTI?

Se tu mangi salumi, pancetta, braciole, bistecche, hamburger, salsicce, carne trita, SEI COMPLICE di tutto questo.
Perché complice? Perché se nessuno acquistasse prodotti di origine animale, i prodotti di origine animale non esisterebbero. Troppo difficile da comprendere?

Il video non documenta un caso isolato, purtroppo queste atrocità sono presenti in molti macelli di tutto il mondo. Spesso i maiali vengono bolliti vivi perché la catena produttiva è talmente veloce che moltissimi maiali non fanno a tempo a morire dissanguati, prima di arrivare nella vasca di acqua bollente. Per gli operai è impossibile garantire a questi animali una morte compassionevole.

È vero il video? Evidentemente sì, esiste.

È vero il resto della premessa? Assolutamente no!

Siamo di fronte ad un evidente caso di fallacia argomentativa, un uso capzioso del metodo induttivo e del metodo deduttivo.

“Ho visto una violazione, dichiaro che l’eccezione diventa la norma”.

Comprenderete che questa è la stessa logica alla base della diffusione di moltissime bufale e disinformazioni, ovvero “Ho visto X della categoria Y fare l’atto Z, allora Y è colpevole e compie abitualmente Z”

Basta fare un controllo rapido per scoprire che il mattatoio di Tielt è stato chiuso in quanto non rispettava le regole prescritte

Sul caso è intervenuto anche il ministro Ben Weytsche ha ordinato lo stop immediato all’attività del mattatoio a causa dei maltrattamenti. Lo stabilimento è stato poi riaperto ad inizio aprile con nuove procedure di sicurezza per garantire il rispetto delle leggi da parte degli operai. Tra queste ci sono l’installazione di telecamere di sorveglianza e corsi di formazione per il personale. Al momento però rimane attiva una petizione per chiedere la chiusura definitiva del mattatoio.

E che in Italia, come nel resto d’Europa, mattatoi evidentmente non in regola saranno sempre sottoposti a severe sanzioni e presidiati dalle autorità sanitarie, in quanto esiste un REGOLAMENTO (CE) N. 1099/2009 DEL CONSIGLIO del 24 settembre 2009 relativo alla protezione degli animali durante l’abbattimento che prevede rigorosi protocolli e sanzione perché l’abbatimento e la macellazione siano indolori ed efficienti.

Sostanzialmente, anche in questo caso, si è voluto abbandonare il cinema prima della fine della proiezione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News