DISINFORMAZIONE Halloween è un'americanata – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Halloween è un'americanata – Bufale.net Bufale.net

origini-halloween
Allora, siamo ormai arrivati al 31 ottobre 2014, è la serata di Halloween e molte bufale sono circolate in questi giorni su temi riguardanti questa festività. Tra queste possiamo citare quella riguardante il divieto di mascherarsi, disinformando inoltre sul tema riguardante la Legge Reale. Le altre, invece, sono nate grazie alla psicosi dei clown assassini, chissà quanta gente avrà pensato alle maschere ormai imminenti di Halloween, magari qualcuno si vestirà proprio da clown.
Sapete quale è l’origine di questa festività? Se provate a fare questa domanda a qualcuno sicuramente la maggior parte vi risponderà “Stati Uniti d’America“, “è un’americanata” e via dicendo. Ecco alcuni esempi e reazioni presenti su Facebook:
halloween
halloween-americanata
Forse si sorprenderanno e rimarranno increduli al sapere che questa festività ha origine nel nostro continente.
Si tratta, infatti, di una festività anglosassone di origine celtica. Parliamo quindi di una festa pagana, che si celebra tra il 31 ottobre e il 1° novembre, chiamata Samhain (originariamente “Samuin”), meglio conosciuto come il “Capodanno celtico“. Le festività ad essa collegate o sovrapposte, come la festa di Ognisanti, sono tutt’ora in discussione in Gran Bretagna.
A proposito della festa di Ognisanti, la parola Halloween deriverebbe da “All-Hallows-Eve“, in inglese arcaico “All Hallows Day“. Per chi non mastica l’inglese, “hallow” equivale al nostri verbi “santificare”, “consacrare” e “glorificare”.
Halloween veniva già celebrato in ambito anglosassone come festa laica anche in seguito al protestantesimo (che interruppe la tradizione di Ognisanti), e venne introdotta negli USA nell’800 grazie all’immigrazione irlandese (da citare il fatto che la festività celtica deriva dall’antico irlandese “fine dell’estate”). Nel 900 venne ritenuta come una delle principali festività americane.

Alcune domande interessanti

Le zucche intagliate sono un’americanata?
Si, ma per un preciso motivo. In origine venivano tradizionalmente usate le rape in Irlanda e Scozia, ma gli immigrati in America usarono le zucche al loro posto, siccome facilmente reperibili e più facili da lavorare. Le rape venivano intagliate per farne lanterne, allo scopo di ricordare le anime bloccate nel Purgatorio.
L’horror e gli scherzi nella festività sono stati introdotti dagli americani?
No. Il poeta scozzese John Mayne annotò nel 1780 gli scherzi di Halloween e i fattori soprannaturali ad essa associati.
Il tradizionale “dolcetto o scherzetto” e il mascherarsi sono di origine americana?
Nel medioevo la gente povera andava porta a porta durante la festività di Ognisanti per ricevere cibo in cambio di preghiere per i morti, ma già era in uso una pratica chiamata “mumming” antecedente al famoso “trick or treat” (“dolcetto o scherzetto”). Già durante le celebrazioni del Samhain ci si mascherava con costumi fatti di pelle di animali per scacciare i fantasmi, mentre al di fuori delle abitazioni venivano lasciate delle offerte in cibo per placare gli spiriti. Nei secoli successivi, fino ad arrivare al Medioevo, la gente incominciò a vestirsi come fantasmi, demoni o creature maligne e praticare buffonate in cambio di cibo e bevande (si parla anche di “Mummers play“).
medieval-mummers
Successivamente si parla di “guising“. Il nome deriva appunto dai travestimenti e costumi indossati dai bambini (“guise” in inglese significa “apparenza”, “maschera”, “sembianza”).  Nel 1895, in Scozia, i bambini mascherati portavano con se lanterne fatte con rape intagliate e visitavano le case in cambio di piccole ricompense come dolci, frutta e denaro.
rape-intagliate-guising

CONCLUSIONI

Non sarà una festa tipicamente italiana, ma come possiamo vedere non è nemmeno originaria americana, bensì anglosassone e celtica. Resta il fatto che si tratta di una festa che è ormai diffusa in varie parti del mondo, inclusa in Italia, un motivo in più di far festa e un motivo in più per i bambini di divertirsi e giocare in maschera, come il più conosciuto “Carnevale”.
Stasera divertitevi (con intelligenza), ma soprattutto se qualche bambino si vuole divertire con la maschera non rovinategli la festa 🙂

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News