DISINFORMAZIONE Cassazione: se lo stupro è completo la pena viene ridotta – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Cassazione: se lo stupro è completo la pena viene ridotta – Bufale.net Bufale.net

cassazione-stupro-completo
Il Giornale ha pubblicato un articolo, lo scorso 25 settembre 2014, in merito alla rigetto da parte della Corte di Cassazione di una sentenza della Corte di Appello di Venezia. Il processo era contro un uomo che era stato condannato per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale sulla moglie.
il-giornale-stupro-cassazione
Attenzione però, perché il burocratese riportato nell’articolo spiega ben poco e mancano informazioni importanti. Innanzitutto la Corte di Cassazione ha stabilito un nuovo processo d’Appello per definire meglio la condanna. Ciò non significa per forza che la pena venga ridotta.
La notizia gira intorno alla questione del “rapporto completo“, ossia la presunta differenza tra stupro e stupro. Effettivamente, per la legge italiana (articoli 609 bis e seguenti del Codice Penale), esistono diversi tipi di violenza sessuale:

  • una pacca sul sedere (cose che possono capitare anche nei luoghi di lavoro);
  • toccare i seni di una donna (idem come sopra);
  • il rapporto sessuale vero e proprio.

Giusto per dare un esempio di come il legislatore abbia considerato vari tipi di violenza sessuale a cui non si può dare la stessa pena. Il tipo di atto compiuto è uno degli indicatori della gravità del fatto (è ovvio che una pacca sul sedere non abbia lo stesso valore di un rapporto sessuale).
La Corte di Cassazione ha individuato, tra gli indicatori da tenere conto al nuovo processo d’Appello, anche  “il grado di coartazione esercitato sulla vittima”, le sue condizioni fisiche e mentali, “l’entità della compressione della libertà sessuale” e il danno anche psichico arrecato. Da parte della difesa si vorranno valutare la condizione di ubriachezza dell’imputato durante i fatti.
La Corte di Cassazione ha ritenuto che debba essere considerato tutto il contesto per definire esattamente la pena, cosa che evidentemente non era stato fatto nel processo d’Appello. Ciò non significa che lo stupratore debba per forza avere una riduzione della pena, potrebbe capitare anche il contrario.
Se devo dire un parere personale, e questa volta lo dico con serenità, non tollero lo stupro e con questo articolo non prendo minimamente le parti ne dell’imputato ne della vittima (non essendo a conoscenza di tutti i fatti). Mi auguro che i giudici ponderino bene e valutino ogni aspetto, come è giusto che sia in ogni processo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News