Precisazioni sulla richiesta di sangue per Oliviero Preci: risponde il Centro Nazionale Sangue

di Redazione Bufale |

Oliviero Preci
Precisazioni sulla richiesta di sangue per Oliviero Preci: risponde il Centro Nazionale Sangue Bufale.net

Abbiamo ottenuto precisazioni direttamente dal Centro Nazionale Sangue per quanto riguarda la storia di Oliviero Preci, ricoverato al Gemelli di Roma dopo un grave incidente domestico: “Non ci sono carenze di sangue specifiche segnalate dalla struttura regionale di coordinamento legate al caso del giovane ustionato, le cui esigenze trasfusionali sono già state risolte. Si ricorda però che la Regione Lazio ha una cronica carenza di sangue che ad esempio a gennaio ha portato all’utilizzo di circa 700 sacche raccolte in altre regioni e arrivate grazie al meccanismo della compensazione. A prescindere dalle emergenze, per cui esistono piani specifici di intervento coordinati a livello nazionale, il sangue serve tutti i giorni. Ed è bene ricordare che in caso si voglia donare il sangue è preferibile contattare il proprio centro trasfusionale e mettersi a disposizione in modo che sia più semplice programmare le donazioni, per rispondere meglio al fabbisogno quotidiano“.

Oliviero Preci
Oliviero Preci

Il tutto, dunque, va ad integrare quanto vi abbiamo riportato questa mattina dopo aver parlato direttamente con il centralino del Gemelli di Roma, senza dimenticare la nota ufficiale pubblicata poco fa direttamente dal Liceo frequentato dallo stesso Oliviero Preci.

NOTIZIA ORIGINALE – Ci sono novità importanti che dobbiamo prendere in esame il 4 marzo a proposito di Oliviero Preci. Si tratta di un ragazzino di 14 anni al momento ricoverato al Gemelli di Roma a causa di gravi ustioni riportate. Servono urgentemente donazioni di sangue e, secondo le informazioni che abbiamo recuperato stamane, stavolta non siamo al cospetto di una bufala. O comunque di un falso allarme. Proviamo a ricostruire i fatti per capire insieme come siano andate le cose.

In mattinata abbiamo ricevuto molte segnalazioni dai nostri lettori, alla luce di una catena su Facebook e WhatsApp che parla appunto di Oliviero Preci ricoverato al Gemelli di Roma. Il ragazzo sta lottando tra la vita e la morte e poco fa abbiamo ottenuto conferme sull’autenticità della notizia da OptiMagazine. Come se non bastasse, abbiamo contattato anche noi di bufale.net il centralino dell’Ospedale. L’operatore ci ha immediatamente rassicurato sul fatto che non si tratti di una fake news, come spesso avviene in questi casi, e del fatto che già altri addetti ai lavori ed utenti avessero richiesto notizie.

Fondamentale, pertanto, sottolineare da parte nostra che si tratti di un annuncio vero e che in queste ore Oliviero Preci sia effettivamente ricoverato al Gemelli di Roma con la necessità di donazioni di sangue. A seguire potete anche annotare le istruzioni necessarie per procedere senza commettere errori, fermo restando che in questi casi sia importante muoversi nel più breve tempo possibile.

Oliviero Preci
Oliviero Preci

Insomma, caso completamente diverso rispetto a quello di Riccardo Capriccioli, considerando il fatto che ancora in queste settimane appare la catena sul bambino in post Facebook. Anche in quel caso si parte da una storia vera, ma l’emergenza è stata superata da anni. Con Oliviero Preci, invece, è tutto vero, ragion per cui tutti siamo chiamati a dare un contributo, anche in termini di condivisione della notizia, rispetto a quanto è stato possibile raccogliere il 4 marzo dai principali addetti ai lavori e dal nostro team.

Ricordiamo, a precisazione in base ad alcuni commenti, che le donazioni di sangue nominative sono impossibili salvo alcuni determinati casi, che qui vi elenchiamo

1. Gruppi ematici rari. I pazienti il cui gruppo sanguigno è considerato raro possono avere elevata difficoltà nel reperire delle donazioni compatibili, che siano anonime, proprio a causa della scarsa presenza di gruppi sanguigni analoghi o compatibili con il proprio.
2. Trapianto di rene. Nelle procedure previste per la preparazione dei pazienti a un intervento per il trapianto di rene, le trasfusioni di sangue possono essere effettuate da donatori specifici.
3. Carenza piastrinica nei neonati. Può verificarsi che un neonato abbia, su base immunitaria, una carenza di piastrine nel sangue. Quando non sono disponibili nell’immediato delle piastrine che siano compatibili, la donazione può avvenire da una persona nota.

Ma talora un fatto di cronaca può diventare lo spunto per una campagna alla donazione di sangue.

Siamo nel secondo caso: la tragedia di Preci è diventata così spunto per spingere la comunità ad un atto di amore, che apprezziamo ed approviamo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News