Condannata per spaccio, favoreggiamento della prostituzione e collaboratrice della Kyenge – Nuove bufale su Pontassieve

di Shadow Ranger |

Condannata per spaccio, favoreggiamento della prostituzione e collaboratrice della Kyenge – Nuove bufale su Pontassieve Bufale.net

Il mondo delle bufale è un attimo fugace: ti giri e pem! Un fatto di cronaca viene farcito di bufale sempre più assurde in una gara a chi la spara la bufalona più grossa.

Condannata per spaccio, favoreggiamento della prostituzione e collaboratrice della Kyenge - Nuove bufale su Pontassieve
Condannata per spaccio, favoreggiamento della prostituzione e collaboratrice della Kyenge – Nuove bufale su Pontassieve

Perché ovviamente, più grossa è la sparata, più viralizzabile è la storia. E nel bizzarro elenco di accuse alla donna di Pontassieve accusata dell’aggressione al Senatore ed ex Ministro Matteo Salvini, ecco che vengono aggiunte le accuse posticce di

Condannata per spaccio, favoreggiamento della prostituzione e collaboratrice della Kyenge

Specialmente per quest’ultima, la mente corre alla gag degli Starbarians, simpatici mercenari a cartoni animati noti par causare guai peggiori di quelli che risolvono e per questo accusati di corruzione, estorsione, estinzione, distorsione, diserzione, perversione, falsa assicurazione invasione di nazione, ribellione, commozione, esplosione e cazzeggio.

Nonché dimostra la malafede di chi ha creato il meme: che ha cercato di resuscitare il ricco filone delle bufale sulla Kyenge, nonostante la stessa non ricopra più incarichi pubblici ormai da decenni.

“Condannata per spaccio, favoreggiamento della prostituzione e collaboratrice della Kyenge” – Le bufale e la verità

Ovviamente l’elenco delle accuse comincia con la bufala più evidente.

A.F.B., di Pontassieve, è del tutto incensurata, quindi non può aver compiuto i reati che il testo della bufala le ascrive.

Anche l’ultimo reato dell’elenco, il misterioso reato di collaborazionismo con la Kyenge, pari all’elusivo cazzeggio degli Starbarians non esiste.

Sappiamo che

da gennaio 2020 è impegnata nel servizio civile per il Comune nel progetto «La scuola, l’ambienteela comunicazione istituzionale»

Enfasi su gennaio 2020, laddove invece la Kyenge non ricopre incarichi pubblici in Italia dal 2014.

Gli amici la descrivono come

È una giovane ben inserita, che parla e scrive in perfetto italiano, finora incensurata, laureata nel 2016 alla triennale in Economia dello Sviluppo con una tesi sulla cooperazione internazionale, che partecipa spesso alle iniziative del comitato «In BiancoeNero», una realtà che si occupa di progetti di solidarietà verso l’Africa: lei stessa è stata relatrice in alcune serate organizzate dal comitato.

A[.]., in passato, si è anche impegnata in progetti come quello per la creazione di una scuola di cucito per ragazze madri a Kinshasa. È un volto noto in paese, ha lavorato come cameriera in una piccola enoteca del centro storico di Pontassieve. «Guai a parlare di una persona con problemi psico-fisici, come ho sentito dire da molti in queste ore: A[.]. è una ragazza intelligente, integrata, colta, impegnata e pacifica, che forse ha solo perso la lucidità per un minuto», racconta un amico.

Sembra escluso infatti dalle dichiarazioni degli amici l’iniziale riscontro di una persona con problemi psicofisici, descrivendo la scena nel video come un momento unico.

Un’ombra nel passato di A.F.B. potrebbe aver precipitato la situazione

un anno fa era stata vittima di un’aggressione razzista. «Vattene dall’Italia, scimmia, torna a casa tua», le aveva urlato qualcuno alla stazione di Pontassieve sputandole

In ogni caso, se tutti ragionassimo secondo la dottrina dell’occhio per occhio, vivremmo in un mondo di ciechi.

Questa vicenda dovrebbe essere trattata come ogni simile vicenda: con la solidarietà per le vittime, in questo caso specifico il Senatore Matteo Salvini, pietà non scevra dalle giuste deliberazioni della giustizia per un vissuto doloroso e perseguendo una soluzione che sanzioni l’uso della violenza come mezzo politico e ripristini un vero e solidale principio di umanità in esso.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News