C’è qualcosa che non va in questo virus? Perché? – Perché non leggi, ovviamente!

di Shadow Ranger |

C’è qualcosa che non va in questo virus? Perché? – Perché non leggi, ovviamente! Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti una quantomeno pittoresca catena di S. Antonio, basata sulla medesima sinofobia che va tanto di moda nei salotti buoni e meno buoni dell’informazione nostrana.

C’è qualcosa che non va in questo virus

🔹 Wuhan a Shanghai = 629 km
🔹 Wuhan a Pechino = 1052 km
🔹 Wuhan a Milano = 8700 km
🔹 Wuhan a New York = 12000 km
🔹 Wuhan a San Paolo = 17.964 km
🔹 Wuhan a Londra = 8880 km
🔹 Wuhan a Parigi = 8900 km
🔹 Wuhan in Spagna = 9830 km
🔹 Wuhan in India = 3575 km
🔹 Wuhan in Iran = 6560 km

Qualcosa è sbagliato…!

Il virus cinese è nato nella città di Wuhan, in Cina, e ora ha raggiunto tutti gli angoli del mondo, ma questo virus non ha raggiunto la capitale della Cina: Pechino e la capitale economica: Shanghai, vicino a Wuhan.

Perché?

🎈 Pechino è la città in cui vivono tutti i leader della Cina, i leader militari vivono lì, quelli che controllano il potere della Cina vivono lì, e Pechino non è stata chiusa, non è stata messa in quarantena, non è stata chiusa. È aperto! Il virus cinese non ha alcun effetto lì.

Perché?

🎈 Shanghai è la città che gestisce l’economia della Cina, è la capitale economica della Cina, vivono tutti i ricchi della Cina! Quelli che fanno andare avanti l’industria. Non c’è nessun blocco lì, il virus cinese non ha alcun effetto lì !!!

Perché …?

Il virus cinese è un virus pandemico. Gli è stato detto che il panico dovrebbe essere creato in tutto il mondo, ma non verrà a Pechino e Shanghai.
È molto importante porre questa domanda alla Cina.
Il virus cinese ha creato terrore nelle grandi città del mondo, quindi perché questo virus non ha raggiunto Pechino …?

Perché non sei venuto a Shanghai …? 🤷🏽♂

Perché …?

🎈 Pechino e Shanghai sono le aree adiacenti a Wuhan! Il virus Wuhan ha raggiunto tutti gli angoli del mondo, ma non ha raggiunto Pechino e Shanghai …!

Perché …?

🎈 Oggi, tutta l’India e 1,3 miliardi di persone sono rinchiuse. La nostra economia è paralizzata, ma tutte le principali città della Cina sono aperte e, dall’8 aprile, anche la Cina sta aprendo Wuhan! Il mondo intero è afflitto dal terrore! Tuttavia, non arrivano nuovi casi in Cina e la Cina è aperta …!

Perché?

🎈 Un altro aspetto molto importante è che il mercato azionario mondiale si è quasi dimezzato! Ma questo virus non ha effetti sul mercato cinese …!

Perché?

Qualunque sia la risposta, indicano solo una cosa: il virus cinese è l’arma biologica della Cina, che la Cina ha lasciato per la distruzione nel mondo! Dopo aver ucciso alcune persone, la Cina ha ora controllato questo virus! Forse ha anche medicine che non condivide con il mondo!

Perché…?

Perché è stato il più grande attacco terroristico nella storia umana. Anche con la partecipazione DIRETTA del presidente dell’OMS, un marxista militante etiope, guidato dalla dittatura cinese e posto alla presidenza dell’OMS attraverso lo sforzo diplomatico del governo cinese.

Perché? Perché non leggi!

L’intero assunto del copincolla si basa su un assioma del tutto erroneo: Pechino e Shangai non sono state colpite in alcun modo da COVID-19, in una sorta di perverso complotto Marxista-Etiope-Cinese

"Scusate, è qui il Complotto Marxista-Etiope-Cinese? Ho portato i dischi e il lanciafiamme, posso entrare?"
“Scusate, è qui il Complotto Marxista-Etiope-Cinese? Ho portato i dischi e il lanciafiamme, posso entrare?”

Ma a ben vedere a Shangai ora possono (non si sa per quanto) godere una relativa quiete perché hanno passato mesi in lockdown.

Con misure draconiane, descritte dai presenti come un controllo totale con completa sospensione di ogni forma di privacy (cosa che, fortunatamente, speriamo di riuscire a fare prima di arrivare a passi così drammatici)

“Io frequento i locali, sabato sono stato in una discoteca. Club pieni di gente, si balla, ci si diverte – racconta D’Alessio – ma per tornare a questo è stato fatto tutto un lavoro durissimo nelle scorse settimane”. “Qui se si dice ‘restate a casa’, la gente lo fa. Anche io da italiano all’inizio trasgredivo le regole, ma vedevo i colleghi cinesi che mi dicevano di stare a casa, avevano ragione. Ne siamo usciti alla fine”, spiega D’Alessio. “Bisogna chiudere tutto per un po’ – aggiunge –, dobbiamo farlo per tutelare gli altri, oltre che noi stessi”.

Parimenti Pechino è stata interessata da provvedimenti non meno draconiani, che hanno reso la capitale una città vuota e congelata.

Vogliamo parlare dei danni all’economia?

Escludendo un contagio di ritorno, prospettiva non più remota, Standard&Poor ha troncato del 5% netto le possibilità di sviluppo dell’Economia Cinese per tutto il 2020, con una possibile capacità di recupero rimandata al 2021. Salvo altri inconvenienti.

E infine, sul complotto Marxista-Etiope-Cinese… in quanto tale, sarebbe una buona norma provare l’esistenza dello stesso. A meno di non ridursi come l’Homer Simpson in grado di inserire vaghe minacce alle Nazioni Unite in una recensione culinaria.

In sintesi, le tre premesse su cui si fonda il testo, ovvero la Pandemia che non tocca l’economia Cinese, che non tocca Pechino e Shangai, e il complotto Sino-Marxista-Etiope si rivelano infondate semplicemente aprendo un quotidiano che non sia “Cose cadute dai Camion”

E quindi

La parola al nostro esperto Jedi Luke Skywalker
La parola al nostro esperto Jedi Luke Skywalker

Per dichiarare anche questa catena uno dei tanti testi sinofobi infondati.

 

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News