C’è Qualcosa che non va… Arriva Europe Defender e i cittadini non sono stati informati!

di Bufale.net Team |

C’è Qualcosa che non va… Arriva Europe Defender e i cittadini non sono stati informati! Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti una condivisione virale, un autentico walltext pregno di complotto e teorie che collegano, come succede sempre nei complotti, cose che non hanno alcun rapporto tra loro.

Europe Defender, Coronavirus e Sovranità popolare.

Cosa che, ricordiamo, ha senso come collegare, ad esempio, la BCE, la Peste Suina e i Rettiliani che spargono le scie chimiche dai loro UFO di lusso.

E naturalmente, come sempre accade, noi ne avevamo parlato, il mondo civilizzato ne aveva parlato, ma il complottismo casca dal pero ancora una volta.

Siamo insomma dinanzi al classico complotto che non ce lo dicono!! anche se basterebbe leggere un giornale ogni tanto per capire che sì, ce lo dicono ma noi siamo troppo distratti a condividere a caso.

Il testo virale

C’è Quacosa che non va…

QUALCOSA STA ACCADENDO.

Mentre in italia i titoli di giornali, le trasmissioni ed i social sono invasi dall’ormai tanto discusso “coronavirus”, proprio in queste ore
20.000 soldati statunitensi stanno sbarcando in ben 7 aeroporti europei e si andranno a sommare ad altri 10.000 militari statunitensi già presenti in Europa e ad altri 7000 militari provenienti da diversi Paesi europei.

Un totale di 37000 militari armati per quale scopo?
Per aiutare gli stati nel bloccare questo tanto esaltato virus o soccorrere chi lo ha contratto?
Assolutamente no!!!

Sono arrivati per dislocarsi o, usando parole degli alti ufficiali USA per “diffondersi” sul territorio europeo per dare inizio alla “Europe Defender 20” che inizierà ad aprile e dovrebbe concludersi a luglio!!

I cittadini sono stati informati di cosa sia? Ovviamente no!

La “Europe Defender 20” è un’esercitazione ideata dal governo USA in collaborazione con la NATO per “provare” le strategie da adoperare da parte di USA ed Europa (che si riconferma la sua sudditanza agli USA) QUALORA vi si inneschi una minaccia che porti ad una ipotetica guerra.

Minaccia da parte di chi?
Ovviamente gli ufficiali USA glissano sulla risposta senza fare precisazioni ed usando la frase generica “ipotetica minaccia”.
Ovviamente l’unica ipotetica minaccia che si può attribuire al pensiero USA è la Russia (alleata della Cina) con la quale da tempo stanno volontariamente creando grosse tensioni.

Ma analizziamo la cosa.
Per questa esercitazione, oltre ai 37000 militari, verranno importati ben 14000 mezzi militari (quindi carri armati, elicotteri ecc…) ed in proporzione altrettante munizioni.

Quindi visto il “virus”: i soldati arriveranno con le dovute mascherine e accortezze per fare questa “esercitazione”?
Ovviamente no!!!

Secondo gli ufficiali USA questi soldati sono sani pertanto SECONDO LORO sono esenti dal contrarre il “coronavirus”.

Qualcosa non torna!!!

Viene da chiedersi
– perché essendo solo un’esercitazione non viene rinviata vista la nota dell’OMS in merito alla diffusione di questo virus ed al caos mediatico, sociale,sanitario, politico ed economico che esso sta generando nel mondo?
– Perchè i cittadini possono contrarre questo virus ed i militari USA invece possono circolare senza problemi?
– Perché si è deciso di condurre geograficamente questa esercitazione in una posizione che prevederebbe proprio un ipotetico conflitto con la Russia e non in altre zone che guardano altri orizzonti?
– Perchè il 95% dei media non ne parla?
– Perché tutti gli esponenti della politica italiana non ne parlano?
– Se i soldati sono esenti, vuol dire che il virus non è quello che si sta tanto esaltando oppure esiste già la possibilità di un vaccino e quindi di rendere un essere umano immune e non viene detto?
– Se dei soldati statunitensi dovessero contrarre il virus, non diventerebbero loro stessi una causa esponenziale di espansione del virus?

A questa esercitazione la Russia ha posto numerose domande alle quali non ha ottenuto risposta e sulla base di questo ha già affermato che manterrà in allerta la propria posizione militare entro i propri confini il che non preclude uno scenario così rassicurante con due schieramenti armati: esercitazione o meno che sia.

Ricapitolando:
la Cina, alleata della Russia stipula mesi fa un contratto con l’Italia (Paese fondamentale per l’Europa per i rapporti legati al commercio sul Mediterraneo e per la sua posizione strategica qualora vi fossero conflitti) per rendere solidi e più importanti le relazioni commerciali tra italia e Cina e rendendo meno importante ma non insignificante il potere dell’America sull’Italia.

Da qui inizia il suo corso il coronavirus che parte dalla Cina ma esplode incredibilmente in Italia non solo da un punto di vista sanitario ma soprattutto alimentato dai media mondiali nonostante il caso scatenante non sia legato ad un italiano.

Cina e Russia sono ormai da anni le avversarie commerciali indiscusse degli USA perché la loro importanza annacqua di gran lunga il monopolio del dollaro sul mercato globale e questo, agli USA, sta creando non poca perdita di potere sia sul piano economico che geopolitico.

Da tempo l’America fa di tutto per provocare la Russia con movimenti di mercato e dislocazioni militari su tutto ciò che va a toccare gli interessi commerciali e geopolitici della stessa.

Ora, mentre i cittadini del mondo vengono proiettati con gli occhi e le orecchie sull’Europa, sulla Cina e sull’Italia, l’America invece , senza dar peso alcuno al caos che oggettivamente esiste attualmente in merito ad un virus sul quale anche i virologi dicono cose diametralmente opposte, decide di portare avanti senza se e senza ma un’esercitazione che, se così fosse, poteva essere tranquillamente rinviata ad un periodo più tranquillo.

Quindi perché tanta pressione per far arrivare nonostante tutto in Europa soldati americani armati e armamenti in quantità allarmanti per una SEMPLICE esercitazione e sapendo che questo innesca nella Russia un alto livello di allerta?

Il fenomeno “coronavirus” è uno strumento utile a distrarre e preparare una larga parte dei cittadini del Mondo a qualcosa di più importante che deve accadere o che qualcuno si sta preparando per far accadere e che non ha a che fare con la soluzione di un virus influenzale ma con una rottura nel sistema geopolitico globale.

Qualcosa sta accadendo e non si tratta di complottismo ma di fatti geopolitici che si stanno verificando e che sono verificabili già in queste ore in 7 paesi europei.

Questo è l’argomento su cui ci si dovrebbe chiedere.

La risposta è dentro di te, però sbagliata

Ci sono una serie di domande alla quale l’autore cerca di darsi risposta.

Lodevole il tentativo, ma impatta su una considerazione.

La risposta è dentro di te: però è sbagliata

Diamoci quindi alle risposte, in base a quello che sappiamo

Perché essendo solo un’esercitazione non viene rinviata vista la nota dell’OMS in merito alla diffusione di questo virus ed al caos mediatico, sociale,sanitario, politico ed economico che esso sta generando nel mondo?

Perché non si sta parlando dell’Apericena, ma di una esercitazione militare effettuata da personale addestrato?

Certo, DEFENDER 20, abbiamo visto nel precedente articolo, è stata pianificata quando l’epidemia di COVID19 era ancora solamente uno scenario improbabile, ma parliamo comunque di soldati.

Soldati che nelle basi afferenti all’area italiana si dedicheranno peraltro a esercitazioni coi sottomarini.

Direi che, specialmente con la popolazione civile, giustamente, in zona Arancione, le possibilità che l’Italiano medio esca di casa e, perdendosi, finisca in un sottomarino pieno di gente infettata da COVID19 che gli starnutisce in faccia è pari a quella di andare in cucina a prendersi una pizzetta e finire nel Settimo Cerchio dell’Inferno durante una gara di Bestemmie.

Perchè i cittadini possono contrarre questo virus ed i militari USA invece possono circolare senza problemi?

Perché entrambi prenderanno le dovute cautele per non farlo, no?

I militari sono addestrati per quelle cautele, ai civili bisogna insegnarle volta volta per volta per quel triste fenomeno secondo cui il quisque populi rifiuta di agire in modo responsabile aggrappandosi alla “responsabilità collettiva” come se significasse non la somma delle responsabilità individuali, ma l’ignavo “facci lei, Ragioner Filini”.

Perché si è deciso di condurre geograficamente questa esercitazione in una posizione che prevederebbe proprio un ipotetico conflitto con la Russia e non in altre zone che guardano altri orizzonti?

Forse perché uno dei motivi per cui decidere di fare quell’esercitazione è proprio dato dall’instabilità geopolitica del quadro ex Sovietico e dintorni?

Insomma, come dicemmo nell’altro brano che dovreste davvero leggere prima di questo, di solito io porto a revisionare i freni prima di partire per le vacanze, non quando sono in autostrada e mi accorgo che la mia macchina frena male dopo essermi spiaccicato su un camion.

Perchè il 95% dei media non ne parla?

Perché è da dicembre che l’iniziativa DEFENDER 20 ha pure il sito internet, gli hashtag sui social e ne parla chiunque ed il suo migliore amico!

La domanda è: sotto quale sasso ha vissuto chi scopre DEFENDER 20 solo oggi da dicembre 2019 sino ad ora?

Perché tutti gli esponenti della politica italiana non ne parlano?

E cosa dovrebbero dire, a parte che DEFENDER20 esiste ed al momento, peraltro, abbiamo problemi veri da gestire?

Se i soldati sono esenti, vuol dire che il virus non è quello che si sta tanto esaltando oppure esiste già la possibilità di un vaccino e quindi di rendere un essere umano immune e non viene detto?

Ma scusa, quando parlavamo dei vaccini in fase di studio e delle loro tempistiche, dove eravate tutti?

I soldati non sono esenti, ed avranno il vaccino quando lo avranno noi. Sono militari addestrati, e sanno cosa fare.

Certo, possiamo dubitarne e chiederci se rimandare o meno, ma da qui a tirare fuori il complotto del vaccino segreto anche no.

 Se dei soldati statunitensi dovessero contrarre il virus, non diventerebbero loro stessi una causa esponenziale di espansione del virus?

Se vai a beccartelo da loro direttamente alla spina, in un sottomarino, certo.

Ma anche in questo caso, il militare fuori dalla caserma è comunque sottoposto alle stesse cautele di tutti.

Ricapitolando

Il ricapitolando è la parte dove la risposta si fa ancora più confusa e il limite del complottismo viene saltato a piè pari.

Siamo alla fusione in stile Voltron o Megazord delle teorie del complotto che abbiamo già visto: il Coronavirus come creato in laboratorio dagli USA e Macron per far dispetto alla Cina, a Di Maio ed all’Elusivo Beppe (o comunque collegato agli accordi tra Cina e Italia, così, de botto e senza senso) e la solita adorazione in salsa sovranisto-tastierista del dio Putin cavalcatore di bestie

Foto di repertorio di Putin che cavalca una Scia Chimica
Foto di repertorio di Putin che cavalca una Scia Chimica

Il complotto prevede che Trump stia mobilitando un esercito per offendere la Maestà di Putin. Non importa che siamo nella NATO, il cui scopo è appunto difendere i paesi del Patto Atlantico da eventuali fonti di instabilità provenienti da luoghi che non ne ne fanno parte.

Quindi siccome, ovviamente il mondo adora Putin e non permetterebbe mai che Trump lo offenda facendo esattamente l’unica cosa che il ruolo di membro della NATO degli USA gli chiede di fare, nasconde la grave provocazione al Putin che tutto il mondo ci invidia e tutti amano diffondendo un’epidemia.

Un’epidemia peraltro con forte rischio di farsi pandemia e già arrivata anche negli USA

Nella foto, l'Uomo Veramente Cattivo che incendia un orfanotrofio per nascondere le scorregge appena fatte
Nella foto, l’Uomo Veramente Cattivo che incendia un orfanotrofio per nascondere le scorregge appena fatte

Insomma, nonostante la premessa veda la riflessione essere geopolitica e non complottismo, alla fine possiamo invertire i due termini.

Aggiornamento

Dicevamo della capacità dell’esercito di gestire il COVID19: ecco che sul sito istituzionale di Europe Defender vengono segnalate le iniziative cancellate e rimodulate per venire incontro a quest’evenienza.

Al momento, alla data dell’undici marzo, le iniziative risultano cancellate in toto sine die dopo le valutazioni del caso.

Come detto, non stiamo parlando di ragazzini all’apericena.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News