PRECISAZIONE Ortaggi intelligenti? Promossi con riserva – Bufale.net

di Shadow Ranger |

PRECISAZIONE Ortaggi intelligenti? Promossi con riserva – Bufale.net Bufale.net

ortaggi-intelligenti
Tra le tante bufale a sfondo alimentare, recentemente ne gira una che oserei definire in buona fede, ancorché inesatta.
Secondo questo testo dei non meglio precisati scienziati importanti avrebbero scoperto che il ritmo circadiano naturale, ovvero il semplice trascorrere del tempo con l’alternanza di luce solare ed ombra notturna renderebbero i cavoli dei “supercavoli”, in grado di sconfiggere i parassiti e di liberare diverse sostanze dagli effetti a dir poco miracolosi, in grado di migliorarne gusto, qualità ed addirittura in grado di prevenire il cancro.
Tale idea nasce da una rilettura di questo studio, purtroppo semplificata ed inesatta.
Vi risparmio i tecnicismi e le citazioni tecniche dello studio, comunque indicato perché voi possiate leggere e riscontrare, ma l’assunto, corretto, su cui si basa lo studio è che il cavolo, nonché altri ortaggi, continuano a conservare una certa reazione all’ambiente che li circonda, compresa l’esposizione a luce ed ombra. L’avrete notato anche voi: le banane continuano a “maturare”, le patate “gemmano” anche se le conservate nel vostro ripostiglio, e si consiglia di tenerle riposte in ambiente non direttamente sottoposto alla luce.
C’è ancora attività, potremmo dire “vita” in un ortaggio.
E’ stato quindi nello studio di D. Godspeed, J. D. Liu, E. W. Chehab, Z. Sheng, M. Francisco, D. J. Kliebenstein e J. Braam rilevato che, sostanzialmente per lo stesso motivo per cui le vostre patate continuano a gemmare anche spiccate da terra, i cavoli, esposti alla luce, continuano a produrre diverse sostanze invise ai parassiti, e quindi una corretta illuminazione può allontanare il rischio infestazione.
Ed i miglioramenti organolettici?
Lo studio riporta queste parole:

In aggiunta, il comportamento derivato dal ciclo del tempo della frutta già raccolta può essere un importante, ma ancora non riconosciuto, aspetto nutrizionale o fitochimico che dovrà essere incluso in successive analisi.

Il “popolo della Rete” è quindi quasi corretto: ha solo omesso di dirvi che il miglioramento delle qualità organolettiche è una mera possibilità, e gli effetti beneficiali sulla salute umana sono qualcosa che in futuro andrà studiato, o meglio, che nel proseguire degli studi sul ritmo circadiano di frutta ed ortaggi andrà esaminato, ma non è una certezza.
Non possiamo, insomma, anticipare la scienza.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News