BUFALE E VERITA 21 cose che non sapevate dei cinesi – bufale.net

di Shadow Ranger |

1
Ci segnalano un particolare articolo. Una raccolta di curiosità sui cinesi, tradotte in Italiano dall’Inglese. (fonte: Viralnova)
Aprite il link, perché, essendovi ventuno curiosità, converrà asseverarne la veridicità una per una, o quantomeno in piccoli gruppi omogenei.
Foto uno e due – Poliziotti con spilli nel colletto e nastri per misurarne i movimenti: parzialmente vera
Le foto uno e due hanno didascalie che dichiarano che la polizia cinese è usa adottare severissime misure per preservare il decoro degli agenti, come inserire spille e puntine nei colletti dell’uniforme, e misurazioni dell’uniformità delle coreografie mediante nastri e fili tesi.
Ciò è vero, ancorché tali foto derivino non da una prassi quotidiana, ma dall’importante cerimonia di apertura della legislatura cinese del 5 Marzo. Ad evento importante, misure importanti (ancorché davvero scomode)
Foto tre – In cina cento milioni di persone vivono con un euro al giorno: parzialmente vera… ma per difetto
Secondo la didascalia della terza foto, in Cina cento milioni di persone vivono con circa un euro al giorno. In realtà sono un po’ di più, dato rilevato quando, nel 2011, si è deciso di abbassare la soglia di povertà “legale” e quindi rifare le stastitiche:

A sharp upward revision in the official poverty line, announced by the government on Tuesday, means that 128 million Chinese in rural areas now qualify as poor, 100 million more than under the previous standard.
Una netta revisione al rialzo delle statistiche di povertà ufficiali, annunciata dal governo martedì, significa che 128 milioni di cinesi nelle aree rurali ora sono considerati poveri, 100 milioni in più dello standard precedente
The new threshold of about $1 a day is nearly double the previous amount. While the revised poverty line is still below the World Bank threshold of $1.25 a day, the change brings China closer to international norms and better reflects the country’s overall higher standards of living after three decades of buoyant growth.
Il nuovo limite di $1 al giorno è il doppio del precedente. Anche se la nuova soglia di povertà è al di sotto di quanto stabilito dalla Bamca Mondiale con la somma di $1,25, il cambio avvicina la Cina alle norme internazionali e riflette il miglioramento nelle condizioni di vita dopo tre decadi di crescita

Foto quattro – Il Ketchup deriva da una parola e da un alimento cinese: vero, con un forte aiuto dei malesi
La parola Ketchup deriva dal malese, dove la salsa destinata a diventare il Ketchup arrivò dalla Cina nel 18mo secolo per poi, modificata, arrivare sulle nostre tavole
Foto cinque – Nei McDonalds Cinesi puoi parcheggiare vicino ai tavoli e mangiare: falso
In realtà tale foto non raffigura la norma, ovvero l’esistenza di ristoranti dove puoi “parcheggiare vicino ai tavoli”, ma l’effetto della cattiva dimestichezza dei cinesi con l’istituto del take away

Chinese people where extremely unfamiliar with the concept and this had a funny result. Even after years, the most common think to do for the Chinese was to get their food while in the car, park their car and then get in the restaurant and eat it. Although this seems just time consuming, it was considered a successful move by the company since results show that in order to be sufficient, they will have to have 13.000 restaurants in the country.
I Cinesi non sono familiari col concetto, e ciò ha avuto risultati buffi. Anche dopo anni, la cosa più comune da fare per i cinesi era prendere il loro cibo ancora in macchina, parcheggiare e mangiarlo nel ristorante. Anche se ciò sembra una perdita di tempo, è stato considerato una buona mossa per la compagnia siccome i risultati dimostrano che, per essere efficace, servirebbero almeno 13.000 ristoranti nel paese.

In pratica i cinesi preferiscono ordinare alla finestra del Take Away, parcheggiare “dove capita” vicino al McDonald’s, entrare e mangiare.
Foto sei – 54 milioni di cristiani in Cina: disputato
Una combinazione di fattori sociali e culturali, laddove in Cina ci sono, per la medesima religione, congregazioni “ufficialmente registrate con lo Stato” e clandestine rende impossible un computo completo ed esatto del numero di Cristiani in Cina.
Un report dettagliato parla di 67 milioni, ma con un tasso di errore del 20% dovuto alla mancanza di dati verificabili sulle congregazioni non ufficialmente sanzionate.
Foto sette – In Cina le esecuzioni sono quattro volte maggiori che nel resto del mondo: disputato
Anche il numero di esecuzioni in Cina è tecnicamente un segreto. I dati che abbiamo derivano infatti dai report di associazioni umanitarie. Vi è di sicuro un numero di esecuzioni ingenti, ancorché in calo. Sembrerebbe siano passate dalle 12.000 annue del 2002 alle 2.400 del 2013 (fonte Associazione Dui Hua), ma l’incertezza e la poca volontà del governo Cinese di confermare quei dati, rende tutto aleatorio.
Foto otto – In Cina vengono cucinate uova nell’urina di vergine: vero, parzialmente
Il Tong Zi Dan non è però un “piatto da sagra”, ma un elemento della medicina tradizionale locale evolutosi in medicina folkloristica. Asseritamente viene usato come rimedio per la stanchezza ed i mali stagionali primaverili.
Foto nove – Google offre download di musica gratis in Cina: non più vero
Google offriva un servizio per il download di musica gratuita in Cina. Tale servizio è stato cessato nel 2012 per “mancanza di interesse” nel pubblico. Alcune compagnie locali stanno provando a riempire il vuoto nel mercato.
Foto dieci – Oche al posto dei cani poliziotto: parzialmente vero
Le oche vengono usate dalla polizia come “Allarmi viventi”, in grado di fare un gran chiasso in caso di avvicinamento di persone sospette.
Foto undici – aborti ed abbandoni infantili a causa della politica del figlio singolo: vero
La One Child Policy, sia pur interessando solo il 35% circa della popolazione globale Cinese, è ritenuta essere causa di un netto incremento negli infanticidi da diversi organismi nazionali ed internazionali, come Amnesty International, il Dipartimento di Stato Americano.
Foto dodici – 30 milioni di persone vivono in abitazioni simili a grotte: vero
In compenso non ci vivono 30 milioni di persone, ma 40. Gli Yaodongs hanno inoltre un eccellente isolamento termico.
Foto tredici – Il 29% dello smog di Los Angeles è cinese: eccessiva semplificazione
La foto tredici riporta la sorprendente notizia che il 29% dello smog a Los Angeles deriva dalla Cina, arrivato lì attraversando il Pacifico. Ma il 29% riportato nell’articolo non si riferisce “Allo smog”, ma agli isotopi di piombo contenuti nelle particelle in aria e rilevati nello smog stesso che, secondo una ricerca, sarebbero di origine cinese.
Quindi si parla di una parte “dello smog totale”, usata per analizzare i movimenti dell’aria, e non per lanciare un vero e proprio “Allarme ambiente”
Foto quattordici – Tofu fatto con acqua di fogna e carne lavata con urina: da precisare
Il riferimento è a due incidenti riportati da Wikipedia Inglese, avente come unica fonte due link in cinese non più attivi, che riportano, effettivamente, le manipolazioni alimentari descritte essere avvenute nel 2007 a Guandong e nel 2009 a Qingdao. Il tofu i nquel caso veniva trattato con piombo per migliorarne l’aspetto, e l’urina veniva usata per simulare il pungente sapore dell’agnello a partire dall’anatra
Foto quindici – Boom di Imenoplastiche a 500 euro: presenti, ancorché non comuni
Secondo i colleghi di The Slate vi sono tracce di operazioni di Imenoplastica in Cina, ma non abbastanza per parlare di un vero trend. Le origini sarebbero in un articolo del Post, che pone il prezzo a settecento dollari circa, del quale i colleghi riferiscono

What sort of data supports the Post‘s”growing” claim? […] the Post doesn’t come clean and say that no numbers have been collected. Its idea of data-collection is to state that “many Chinese doctors” perform hymenoplasties. But the Post talks to only one, a Beijing doctor named Zhou Hong, who claims that the number of hymenoplasties she’s performing is increasing. This “increase” is not quantified, of course. We have to settle for Zhou’s testimony that she “restores as many as 20 hymens monthly.”
Quali dati supportano la dichiarazione del Post secondo cui le operazioni sarebbero in crescita? […] Il Post dichiara espressamente che non è stato raccolto alcun numero. L’idea di rccolta dei dati che ne emerge è dichiarare che “Molti dottori Cinesi” praticano imenoplastiche. Ma il Post ne ha intervistato solo uno, Zhou Hong di Pechino, che dichiara che il numero di imenoplastiche che sta svolgendo è in aumento. Tale “aumento” non è naturalmente quantificato. Dovremo accontarci della dichiarazione di Zhou, che dichiara di “ripristinare venti imeni al mese”

Foto sedici – lo smog di Pechino equivale a 21 sigarette: falso
In realtà, secondo il dottor Richard Saint Cyr, MD,

More specifically, on an average day in Beijing an average adult inhales a total of 1.8mg of PM2.5 particles from air pollution, which is 1/6 of the average 12mg of PM2.5 particles inhaled from an average cigarette.
Nello specifico, in un giorno medio a Pechino un adulto respira 1,8 milligrammi di particelle di PM2,5 provenienti dall’inquinamento, che corrisponde ad un sesto dei dodici milligrammi di PM2,5 inalati da una sigaretta media

Un sesto di sigaretta, sicuramente non ventuno sigarette
Foto diciassette – Nel 1973 la Cina propone di inviare dieci milioni di donne per ripopolare gli USA: falso
In realtà Mao Zedong, con quella frase, intendeva “stupire” Henry Kissinger con una “salace battuta”. Evidenziando così una certa cultura sciovinista di base, della quale se ne scusò. Ma l’offerta non andava presa sul serio.

The remark provoked laughter and was clearly meant as a joke, but Mao went on to complain that Chinese women were giving birth to too many children.
If they were sent to the US he said, they would flood the country with disaster.
When discussing the possibility of a Soviet invasion of China, Mao complained that too many Chinese women didn’t know how to fight.
A Chinese official warned that his comments would incur public anger if they were released.
Mao later apologised to a female interpreter and he and Mr Kissinger agreed to remove his comments about women from the records.
L’affermazione suscitò riso ed era una battuta, ma Mao continuò a lamentarsi che le donne cinesi erano troppo prolifiche, e se fossero davvero state mandate negli USA avrebbero causato un gran disastro. Parlando del rischio di invasione sovietica in Cina, Mao si lamentò inoltre che troppe donne Cinesi non sapevano combattere. Un ufficiale cinese avvisò Mao che i suoi commenti avrebbero potuto suscitare pubblico scandalo: Mao si scusò con un’interprete di sesso femminile e lui e Kissinger decisero di censurare i suoi commenti relativi alle donne

Foto diciotto – Vietato importare Playstation: non più vero
Effettivamente dal 2000 al 2014 la Cina ha mantenuto un divieto di importazione di console di gioco estere, sostituendolo con una politica di permessi basata sull’approvazione del governo.
Ciò non significa che in Cina non vi siano videogiochi: semplicemente, come riporta il blog di settore Kotaku, in Cina (mercato nero a parte) hanno sempre avuto successo il gioco Online per PC e sistemi di gioco “plug’n play” come l’iQue, una variante del Nintendo 64 composto da un controller collegabile ad una TV, dove era possibile scaricare i giochi “consentiti” mediante appositi chioschi situati nei negozi di giocattoli.
Foto diciannove – milioni di gatti mangiati in cina: vero, da precisare
Secondo la stampa locale il consumo di carne felina, nei numeri evidenziati dall’articolo è un problema sentito, ma movimenti di opinione stanno nascendo per limitarlo fino all’eventuale abbandono.
Foto venti – ingorgo da record: disputato
Secondo la stampa locale, riportata da VoceArancio, l’ingorgo si è verificato dal 22 al 25 agosto 2010, ma quando i primi giornalisti occidentali sono pervenuti sul posto il 26 agosto si era già sciolto.
Altre fonti riportano una serie di interruzioni periodiche ma non continuative in un periodo più lungo: foto di incidenti e blocchi del traffico del tutto scollegati da questo evento, come ad esempio vedute aeree di Los Angeles, sono state falsamente attribuite allo stesso
Foto ventuno – Il passo pedonale per soli utenti di cellulari: bufala
Inizialmente riportata come una notizia vera, in realtà il “passo pedonale per soli utenti di smartphone” appare solo in un parco di divertimenti chiamato “Via degli Stranieri”, come iniziativa ispirata ad un esperimento sociale tenutosi a Washington e relativo alla capacità dei pedoni distratti di seguire le indicazioni stradali.
Il cartello ne è semplicemente una traduzione parola per parola, atto a mimare gli “strani costumi” degli stranieri. Una bufala nella bufala, insomma
 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News