Bufala "trita galline"

di Fabio Milella |

Bufala "trita galline" Bufale.net

buf
 
Sta circolando da un po’ di tempo un video che mostra una macchina “trita galline”  ed un appello di questo tipo:  “COTOLETTE DI POLLO NEI FAST FOOD – GALLINE TRITURATE VIVE NON CI CREDI? VIDEO!
Ti sei mai chiesto come vengono fatti quei gustosi Nagghys o le così tanto amate Cotolette di Pollo che siamo abituati a sgranocchiare nei Fast Food?
E’ una enorme BUFALA!
Gli animali, gettati vivi nella macchina vengono immediatamente macellati, e piume, ossa ed interiora, finiscono in una sorta di pastone, che viene poi, secondo l’articolo, trasformato in alimenti a base di pollo, in modo particolare crocchette (che si trovano facilmente nei fast-food del pagliaccio).
Dopo aver visto il video che, in effetti è piuttosto eloquente, abbiamo sguinzagliato i nostri “detective sbufalatori” , che muniti di uno strumento degno dei più grandi 007 (chiamasi Google), hanno cominciato le lori indagini.
Sono bastati pochi minuti per risalire al nome del macchinario e al produttore dello stesso.
La macchina non serve a produrre crocchette di pollo (o similari), tuttavia è davvero una macchina della morte, serve ad uccidere un enorme numero di volatili. Viene trasportata negli allevamenti dove è necessario l’abbattimento di un numerosi  esemplari, a causa del sovraffollamento ,  laddove si siano verificati gravi casi di epidemia o in alternativa, quando ci sia un numero consistente di animali morenti o ammalati. In alcuni casi, comunque, il macchinario viene usato per ridurre il numero di esemplari quando si sia verificato un so
I produttori assicurano che la morte dell’animale è immediata e indolore, ma questo, noi non lo sappiamo e non possiamo dirlo.
A cosa serve il “pastone” prodotto?
La miscela di carne, ossa, interiora, piume e tutti i resti dell’animale (detta “mosto”), viene irrorata con dei prodotti chimici con  lo scopo  di eliminare eventuali virus e prevenire lo sviluppo di batteri e successivamente, viene trasformata in mangime per animali da allevamento, mangime per  animali domestici (in modo particolare cani e gatti) e combustibile per impianti biogas . L’eliminazione delle carcasse risulterebbe difficile e costosa, in questo modo, invece, gli allevatori riescono guadagnare qualcosa anche davanti ad epidemie che, potenzialmente, avrebbero effetti devastanti sull’economia degli allevamenti.
 
Con questo, come sempre, non vogliamo dire di essere a favore dell’uccisione di animali, ma non si può certo dire che il testo dell’appello sia reale. Si tratta di una bufala clamorosa, con l’intento, ancora una volta, di fare terrorismo alimentare, meglio se ai danni delle catene di fast food. Non diciamo neanche che negli allevamenti, in generale, tutto si svolga linearmente, basterebbe pensare alle enormi dosi di ormoni e schifezze varie, che vengono fatte ingerire agli animali e… di conseguenza… a noi!
 
http://www.petsmoproducts.fi/en/tuotteet-chick-pulp/ questo il sito del produttore della macchina
questo, invece, il video di cui si parla negli appelli http://www.youtube.com/watch?v=YidbmnQwqd4

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News