BUFALA Massacro di cristiani in Nigeria da islamisti – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA Massacro di cristiani in Nigeria da islamisti – Bufale.net Bufale.net

bufala-nigeria-islam-bruciati-cristiani
Circola da anni un’immagine che raffigura un numero elevato di cadaveri e la presunta storia che si trattino di cristiani bruciati vivi dagli islamici in Nigeria. Prendiamo, in questo caso, il post pubblicato lo scorso 14 dicembre 2014 da Lenny Cloude:

Massacro di cristiani in Nigeria da islamisti… e tutto questo nell’indifferenza generale…Condividi prima che Facebook blocchi l’immagine!

A parte la solita storia “condividi prima che Facebook blocchi l’immagine”, che comunque ha raggiunto le oltre 100 mila condivisioni, questa foto non ha nulla a che vedere ne con la Nigeria ne con le questioni religiose tra cristiani e musulmani.
cristiani-bruciati-nigeria-islamici
L’origine della bufala è “made in USA”, esattamente dal blog della giornalista e politica americana Pamela Geller, nota per le sue critiche contro la religione islamica e le sparate fuori luogo, come quella dove affermava che Malcolm X avrebbe ingravidato Ann Dunham, la madre di Barack Obama. L’articolo legato all’immagine che stiamo analizzando si intitola “Nigeria: Muslim Hordes Mass Slaughter Christians“, pubblicato il 25 aprile 2011.
Pamela_Fabricates_Tanker_Atrocity
In verità queste immagini sono state scattate nella Repubblica democratica del Congo e riguardano un incidente causato da un auto cisterna. Il fatto risale al 3 luglio 2010, dove morirono 235 persone (leggi anche articolo Reuters.com).
cisterna-congo
incidente-rdc-bruciati-vivi
Le foto sopra riportate le trovate, senza censura, nell’articolo relativo all’incidente pubblicato dal sito Afrik.com, del 9 luglio 2010, con il numero aggiornato dei decessi.
La giornalista Pamela Geller ha compiuto un atto non troppo lontano da quello della sua collega Brigitte Gabriel, nota a Bufale.net per la foto spacciata per il mercato delle donne cristiane a Mosul.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News