BUFALA Lei è Annarita Leonardi, parassita rossa – bufale.net

di Shadow Ranger |

Le bufale ci mettono un attimo a ritornare, in forme sempre più grottesche, come ha scoperto Anna Rita Leonardi, vittima di un precedente tentativo di diffamazione online.

Nel 2017 il suo capo di accusa, in periodo in cui andava di moda la caccia al banchiere in un progressivo imbarbarimento dei costumi e della dialettica politica, era essere “figlia di un banchiere”.

E fummo costretti, come siamo sempre costretti a fare ogni volta che qualcuno cade vittima della diffamazione online a mezzo bufale, a specificare una serie di cose.

Come, ad esempio, il fatto che solo nelle fantasie più sfrenate di un bufalaro in vena di aizzare le folle un banale tecnico informatico in età pensionabile presso Poste Italiane può essere promosso di ufficio a “banchiere”.

Ma a questo turno il nostro amico viralizzatore proprio non vuole mollare il colpo

La bufala su Anna Rita Leonardi
La bufala su Anna Rita Leonardi

Lei è Annarita Leonardi PARASSITA ROSSA
Stipendio da € 20.000 al mese
Padre banchiere (collega di Boschi)
Marito Lobbista
Proprietaria di ville e barche
Possiede quote in diverse ONG che vogliono i clandestini in Italia

Collimando la precedente bufala alla sua versione 2.0, possiamo solamente presupporre che secondo i nostri amici viralizzatori Anna Rita Leonardi, che peraltro il bufalaro nella sua velleità orgiastica di riciclare lo scoop ha menzionato col nome scritto in modo sbagliato (Anna Rita Leonardi staccato, non attaccato), possiamo ipotizzare che, nel folle mondo della viralità:

  • Maria Elena Boschi lavora alle Poste, o quantomeno discende da una famiglia di postini
  • I postini sono miliardari e guadagnano cifre a quattro zeri
  • Anna Rita Leonardi possiede più castelli della Principessa Sissi
  • Come i bambini piccoli vivono nel terrore ancestrale dell’uomo nero che esce dagli armadi, i viralizzatori vivono nel terrore del clandestino che esce dalle ONG. Stessa cosa, un baubau, uno spauracchio infantile quanto ancestrale.

Aspettando l’iterazione della bufala in cui Anna Rita Leonardi possiederà la Morte Nera pronta a distruggere interi pianeti in nome di Poste Italiane, non possiamo che ricordarvi quanto sia pericoloso, per l’intera Internet, il concetto del bufalaro che ottenuta la vostra foto profilo Facebook, decida di usarla per vendicarsi di voi piazzandovi scritte in scritte in rosso tipo “Questo è Tizio Caio, stupra i panda allo zoo per abitudine, va in giro ai giardini pubblici e mostra le pudenda ai bambini traumatizzandoli, una volta l’ho visto che rubava in un orfanotrofio, ma è amico dei potenti e quindi non va mai in galera, anche se una volta ha borseggiato il Perù e rubato i gioielli del Burundi con Carmen Sandiego, nota tesserata di [inserire noto partito politico]” e la diffonde per la Rete.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News