BUFALA Ti senti minacciato in casa? Da oggi puoi reagire come credi

di Marco Critelli |

BUFALA Ti senti minacciato in casa? Da oggi puoi reagire come credi Bufale.net

In tanti ci chiedono di verificare questo articolo relativo ad una presunta legge già approvata sulla legittima difesa, pubblicato sul sito Speed 24 News, l’ennesimo sito wordpress con grafica già vista molte altre volte (archive.is).

Secondo l’articolo sarebbe stata approvata una legge che permetterebbe di reagire come si ritiene più opportuno all’interno delle proprie mura domestiche, quando ci si trova a fronteggiare un aggressore:

Legittima difesa, è legge La Camera ha approvato la nuova normativa
La Camera ha approvato la nuova normativa. Ora chi, trovandosi in casa propria o nel luogo di lavoro, si senta aggredito o minacciato, o creda minacciati e aggrediti i beni che gli appartengono, può reagire come crede, utilizzando le armi “legittimamente detenute” ed anche uccidendo.

Legittima difesa, è legge La Camera ha approvato la nuova normativa. Ora chi, trovandosi in casa propria o nel luogo di lavoro, si senta aggredito o minacciato, o creda minacciati e aggrediti i beni che gli appartengono, può reagire come crede, utilizzando le armi “legittimamente detenute” ed anche uccidendo. La sua reazione sarà sempre ritenuta proporzionata. La critica dell’Unione: “Un principio da Far West” ».

Con 244 sì e 175 no l’aula della Camera ha definitivamente approvato la legge sulla legittima difesa.

La legge parla chiaro, da oggi si potrà utilizzare qualunque mezzo LEGITTIMAMENTE DETENUTO per proteggere i propri beni nella propria casa.

In sintesi secondo la nuova legge chi, trovandosi in casa propria o nel luogo di lavoro, si sente aggredito o minacciato, o crede minacciati e aggrediti i beni che gli appartengono, può reagire come crede, utilizzando le armi “legittimamente detenute” ed anche uccidendo, perché la sua reazione sarà sempre considerata “proporzionata”.

SPARISCE così L’ECCESSO DI DIFESA.

Si tratta di una bufala. In realtà il Parlamento italiano sta per discutere su delle variazioni relative alle attuali normative in materia di legittima difesa, come riporta questo articolo di Repubblica.it:

Il Parlamento sta per discutere proposte di modifica delle normative sulla legittima difesa. L’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) ritiene che siano necessari alcuni correttivi per prevenire forme di “giustizia privata”

In particolare nell’articolo è chiaramente indicato che:

l’Osservatorio permanente sulle armi leggere e le politiche di sicurezza e difesa (OPAL) ritiene che, mentre possono essere comprensibili alcuni correttivi per modificare quelle norme che rischiano di penalizzare ingiustamente la persona che subisce un’aggressione, non è in alcun modo ammissibile l’assunto secondo cui “la difesa è sempre legittima”: per essere legittima, la difesa deve, infatti, sempre rispondere alle condizioni, previste nel nostro ordinamento, della necessità di difendere se stessi o altri (e quindi come extrema ratio), di attualità o inevitabilità del pericolo (il pericolo deve essere reale ed effettivo e non solo ipotetico, presunto o possibile) e di proporzionalità tra difesa e offesa. Inoltre, OPAL ribadisce che la potestà punitiva appartiene esclusivamente allo Stato che deve garantire le misure idonee a salvaguardare la sicurezza della collettività anche al fine di prevenire forme di “giustizia privata”.

In realtà nonostante l’articolo sia datato 24 aprile 2017, si tratta di un copia e incolla di una vecchia bufala di cui ci siamo già occupati in questo articolo pubblicato il 7 aprile 2015.

Probabilmente la bufala è stata riciclata per cavalcare l’attualità del tema “legittima difesa”, a seguito dei recenti fatti di cronaca.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News