BUFALA La claque preparata dalla Fincantieri per Matteo Renzi – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA La claque preparata dalla Fincantieri per Matteo Renzi – Bufale.net Bufale.net

bufala-fake-fincantieri-renzi-applausi-viva-presidente
Circolava un’immagine, a inizio ottobre 2014, di un volantino della Fincantieri con le “istruzioni” per i propri dipendenti all’arrivo del Presidente del Consiglio Matteo Renzi presso lo stabilimento del Muggiano, in occasione del varo del sommergibile “Venuti”. Abbiamo fatto una ricerca, basandoci su quella già fatta da Liberopensiero.eu, scovando l’autore. Occhio alle date.
A darne notizia sono stati i siti Nuovasocieta.it e la Gazzettadellaspezia.it il 9 ottobre 2014, seguiti da TzeTze.  L’immagine sarebbe stata diffusa da un tweet del segretario provinciale della Cgil de La Spezia, Lorenzo Cimino, di cui non si ha traccia. Al contrario, Lorenzo Cimino pubblicò sul suo account Twitter un’altra immagine l’8 ottobre 2014 (ore 8:41 del mattino) che smentisce la presenza dei lavoratori:
tweet-lorenzi-cimino-spezia
Il Tweet riporta un articolo di giornale dal titolo “Varo, la Cgil snobba Renzi” dove si legge che la Cgil non parteciperà alla cerimonia e che i lavoratori sarebbero stati messi in ferie. Nell’articolo online leggiamo, inoltre, che a partecipare non ci sarà nessun dipendente Fincantieri, bensì 200 invitati scelti:

Un gesto eclatante, quello dei metalmeccanici della Cgil, mirato a contestare, non soltanto Renzi e il governo, rappresentato dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e da quello della Giustizia, lo spezzino Andrea Orlando, ma Fincantieri stessa, accusata di «avere messo in ferie obbligatorie i lavoratori, diretti e indiretti, per far posto a 200 invitati “scelti”».
Gli invitati “scelti” sono ovviamente politici, amministratori, imprenditori, manager, professionisti vari, insomma gente che poco o nulla ha che fare con tecnici e operai con la tuta blu.

TzeTze sostiene l’esistenza del bigliettino della “Direzione” riportando il seguente tweet:
tweet-fincantieri-9-ottobre-2014
L’autrice del tweet invita a chiedere verifica ad un altro account. Cercando tra i tweet di quest’ultimo troviamo la foto con il presunto bigliettino della “Direzione”. Era l’8 ottobre 2014 (ore 17:53):
tweet-fincantieri-8-ottobre-2014
Si tratterebbe di un Re-Tweet di una pubblicazione da parte dell’account Twitter @_ji005, di cui non si ha alcuna traccia se non le citazioni degli stessi Re-Tweet.
account-twitter-sparito
Ma chi c’è dietro l’account Twitter @_ji005? Un troll della Rete, un falso account creato apposta per tirare zizzania e diffondere bufale.
account-twitter-sparito
 
Cercando in Rete informazioni sull’account Twitter @_ji005 scopriamo che non è l’unico. A citare quell’account, e altri simili, è il blog Tranelli.wordpress.com con un articolo del 13 ottobre 2014, il quale non cita il fatto della Fincantieri, ma altri casi riconducibili a quell’account e ai suoi cloni:

Purtroppo il Cacciatore non risponde, nonostante le mie molteplici richieste. Anzi, cambia regolarmente nome su Twitter (l’ultima è stata da @_ji005 a @_jixx05) cambiando così in automatico anche l’url della sua pagina e depistando ogni link a lui riferito.

Siamo di fronte ad un evidente trollata. Non c’è dubbio che sia stato fatto quel “volantino”, ma molto probabilmente solo ed esclusivamente quello e con il chiaro intento di trollare e burlarsi della situazione (d’altronde come volantino della Fincantieri riporta una grafica veramente scadente, a dir poco amatoriale).

CONCLUSIONI

Tenendo in considerazioni le tempistiche di pubblicazione e quanto è stato riportato su Twitter e giornali, abbiamo:

  1. la Cgil annuncia che non parteciperanno alla cerimonia;
  2. vi parteciperanno solo 200 scelti (“politici, amministratori, imprenditori, manager, professionisti vari”) e nessun lavoratore Fincantieri;
  3. Lorenzo Cimino diffonde la mattina la foto dell’articolo di giornale che annuncia i primi due punti di questa scaletta;
  4. il troll @_ji005 avrebbe diffuso la foto e avrebbe fatto scatenare l’indignazione su Twitter;
  5. è probabile che qualcuno abbia citato Lorenzo Cimino in un tweet con l’immagine diffusa dal troll, o che lo stesso Lorenzo Cimino abbia fatto un Re-Tweet;
  6. la diffusione del tweet arriva fino ai quotidiani Nuovasocieta.it e la Gazzettadellaspezia.it e siti come TzeTze.

Su Bufale.net non è la prima volta che affrontiamo argomenti del genere, dove bufale e trollate generate da dei “simpaticoni del web” creano zizzania e indignazione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News