BUFALA Kubrick confessa: Ho filmato io gli Sbarchi Lunari – Bufale.net

di Juanne Pili |

BUFALA Kubrick confessa: Ho filmato io gli Sbarchi Lunari – Bufale.net Bufale.net

kubrick-bufala

Clamorosa notizia di Your News Wire mette una pietra tombale sulla storia ufficiale degli Allunaggi. Le missioni Apollo furono una messa in scena, ad ammetterlo il regista dei filmati: Stanley Kubrick. Sì, ce l’avevano detto, ma noi, ottusi, non abbiamo voluto ascoltare.

Un meraviglioso nuovo video è emerso 15 anni dopo la morte di Stanley Kubrick in cui il regista ammette che gli allunaggi sono stati contraffatti dalla NASA. Il regista T. Patrick Murray afferma di aver intervistato Kubrick tre giorni prima della sua morte, avvenuta nel marzo 1999. A quanto pare avrebbe firmato un contratto dove si impegnava a tener segrete tali dichiarazioni per 15 anni.

Il sito pubblica una trascrizione dell’intervista con tanto di filmato, diviso in due video, caricati su YouTube dal canale The Last American Vagabond, il 10 Dicembre, dove Kubrick afferma:

«Gli sbarchi lunari sono stati TUTTI contraffatti, io stesso ero la persona che li ha girati».

Il giorno seguente sul canale di Miles Johnston viene caricata l’intera intervista spiegando nella descrizione che si tratta di una bufala:

«E’ irrilevante se gli allunaggi hanno avuto luogo o no: Questa intervista, e le ragioni per cui è stata fatta sono discutibili, ed è per questo che è disponibile qui. Si tratta di un attore, ed è una messa in scena, una falsa intervista».

Ed è qui che cominciamo ad avere una crisi d’identità; stiamo per attraversare una selva oscura dove la diritta via del debunking si smarrisce nel complottismo che svela i fake di chi scopre che con queste tesi ci si può guadagnare – chi l’avrebbe mai detto? Gli stessi autori dell’articolo hanno dovuto pubblicare un aggiornamento, dove corrono ai ripari:

«Aggiornamento: E’ possibile che l’intervista sia una bufala, con molte persone che hanno commentato la persona che si presenta come Stanley Kubrick nel video sarebbe un attore chiamato “Tom”».

A quanto ci risulta la fonte originale della smentita – dove viene indicato il nome dell’attore – sarebbe il canale markksargent, un sostenitore della teoria della terra piatta; aggiungendo ovviamente, come la sua credenza di vivere in un pianeta piatto sia chiaramente genuina, a dimostrarlo sarebbe proprio il fatto che non verrebbe facilmente smontata come il video in questione. Insomma, questi video fake sono facili da debunkare, mentre la scienza si ferma di fronte alle solide argomentazioni di chi pensa che la sfericità della Terra sia evidentemente una menzogna. Con buona pace di chi pensa che il campanilismo sia un fenomeno puramente italiano.

Meno male che in Italia ci si sente meno confusi, infatti i complottisti nostrani continuano ad essere duri e puri, risparmiandoci un terribile mal di testa, nella Penisola, infatti, chi ha pregiudizi complottisti ci casca a capofitto, senza effettuare la minima verifica. Come nel caso di Nexus Edizioni, rivista diretta da Tom Bosco.

Nonostante l’articolo sia ancora online le condivisioni nei social network sono scomparse. Eppure non vi sarà sfuggito un particolare agghiacciante: L’attore si chiamerebbe “Tom”, come il direttore di Nexus… Solo una coincidenza? È evidente che la NASA ci nasconde qualcosa.

La scrittrice americana Ashley Feinberg si è premurata di intervistare la vedova di Kubrick, Christiane Susanne Harlan, la quale ovviamente conferma che quello nel video non è affatto suo marito.

Divertiamoci a trovare le sette piccole differenze, anche per essere d’aiuto alla redazione di Tom Bosco, per le prossime volte.

Schermata 2015-12-14 alle 06.46.01

Tanto per essere precisi, quello a sinistra è il vero Stanley Kubrick. I due differiscono; non solo dalla montatura degli occhiali, ma anche dal naso, dalla forma delle sopracciglia, dalle borse sotto gli occhi, dall’attaccatura della barba – specialmente sotto il labbro inferiore, i nei nella guancia destra – mancanti nel vero Kubrick – meglio visibili durante il filmato, ed oltre a questo il volto a destra è più allungato.

Giusto per stare in tema con le tesi di complotto ecco la voce del vero Kubrick mentre parla della possibilità che esistano civiltà extraterrestri – anche se, per la verità, si tratta ormai di una opzione ritenuta più che plausibile dagli scienziati cattivi, che sostengono le “verità ufficiali”.

E’ molto probabile che Murray abbia voluto creare un virale per pubblicizzare il suo documentario “Shooting Stanley Kubrick”, anche se da tre giorni il regista non aggiorna la sua bacheca Facebook, dove intanto alcuni suoi fan gli hanno scritto chiedendogli spiegazioni. Qualsiasi cosa dirà, chi può dimostrare con assoluta certezza che non verrà costretto dagli agenti del NWO ad abiurare?

© Riproduzione Riservata

Mi trovi anche su…

testatafb

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News