BUFALA Da SETTEMBRE ogni famiglia ospiterà un Migrante per LEGGE bufale.net

di Redazione |

bufala

Il nostro ormai affezionatissimo ilfattoquotidaino.it non perde mai occasione per stupirci con le sue uscite sempre ben studiate e rispettando le tempistiche delle notizie sulla cresta dell’onda. Lo ammetto, non è proprio una cosa che andrebbe lodata, ma ilfattoquotidaino.it ed altri sono l’antitesi di bufale.net.

Da settembre ogni famiglia ospiterà un migrante. Lo dice Bruxelles. La decisione, presa in tarda notte alla commissione “Affari stranieri” del parlamento europeo, giunge proprio nel momento di crisi maggiore per quanto concerne il problema immigrazione-integrazione.

Sono stati meticolosamente attenti come sempre ad inserire più dettagli possibili relativamente alla notizia per renderla più attendibile possibile.

Il deputato Alvaro Vizali che, per lungo tempo, ha lavorato al progetto insieme al politico tedesco Norris Chuck, ha così spiegato la legge…….continua sull’articolo

Tornando alla visione d’insieme di questo articolo che sta facendo non poco scalpore(migranti, maltrattamenti animali e storie sui bambini sono degli evergreen per questi siti) stiamo a dirvi (laddove magari non sarebbe stata neppure necessaria come specifica)che la notizia in questione è ovviamente una BUFALA.

P.s.Da notare il fantasioso gioco di nomi:Alvaro Vizali (l’attore Alvaro Vitali) e niente di meno che Norris Chuck hanno tra i loro politici. Quindi non si gioca. Parola di Chuck.

Aggiornamento del 19-05-2016

Ci scusiamo per l’errore relativo all’impaginazione della notizia <Da settembre ogni famiglia ospiterà un migrante per legge>. L’immagine riportata come foto di repertorio ci avvediamo infatti adesso essere la versione modificata usata dal sito debunking.it per una verifica del medesimo brano. E’ evidente pertanto l’errore del nostro collaboratore (il quale, essendo umano, può anche egli errare) che, selezionando tra le molteplici immagini rese dalla notizia, ha scelto l’unica sbagliata.

Riteniamo necessario pertanto porgere le nostre scuse per ogni disagio che ciò possa aver creato, precisando che, riportando il testo dell’articolo solo i riferimenti alla corretta fonte della bufala, con la presente e la correzione della foto riteniamo che ogni danno (per quanto minimo, ma non è questo a rilevare. Un errore è un errore, e lo si ammette) provocato da tale errore possa essere riparato.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News