BUFALA CAMEO? NO, FATTO REALE!

di LO SBUFALATORE Claudio Michelizza |

download
Allora precisiamo che di rado certo news girano con queste velocità, ma ovviamente l’allarmismo la fa per la maggiore…inoltre qui si parla di
PRODOTTI PER BAMBINI….MASSIMA VIRALITA’ FACEBOOK….
Ho passato l’ultima ora a ricercare un riferimento, un comunicato delle Asl, della ditta Cameo o in altre fonti ufficiali, che non siano blog o siti  di dubbia autenticità
In tutti questi siti  si hanno queste citazioni:

  • Il Lotto  n. 27.02.2014 22:01 022 con scadenza 27-02-2014 è quello incriminato
  • La notizia è stata anche segnalata nel sistema di allerta europeo Rasff visto che il dessert è stato prodotto in Germania.
  • Il presidente dello Sportello dei DirittiGiovanni D’Agata, spiega come non ci sia gli estremi per una campagna di richiamo, poichè il caso risulta essere isolato. Coloro che in questi giorni avessero acquistato il budino della Cameo dovranno controllare minuziosamente il lotto di appartenenza e, eventualmente, riportarlo al centro commerciale o alla Asl locale.

Bene.. PER ORA E RIPETO PER ORA..non ho trovato:

Abbiamo solo un riferimento in questa news https://webgate.ec.europa.eu/rasff-window/portal/index.cfm?event=notificationDetail&NOTIF_REFERENCE=2014.0215
e nessun’altra conferma ufficiale.
Sono arrivate, nella serata di oggi (19/2) le conferme che stavamo aspettando, il primo comunicato è delle ore 17 circa, ma il servizio clienti Cameo ha cominciato a confermare la notizia già nel primo pomeriggio.
La notizia è stata confermata dalla Cameo, come qualche attento lettore (che ringraziamo) ha prontamente riportato.
E’ stato diramato un comunicato stampa nel quale viene chiaramente esposto il problema: http://www2.cameo.it/19_02_2014_Comunicato_stampa_ritiro_muu_muu.pdf
La Cameo fa riferimento ad un singolo lotto di Muu Muu Mini vaniglia, secondo l’Azienda un lotto del prodotto sarebbe venuto in contatto con acqua ossigenata (normalmente utilizzata per disinfettare i vasetti) che non è stata rimossa attraverso il sistema di asciugatura.
Sarebbe questa la causa dei bruciori alla bocca denunciati.
Onde evitare altri problemi, a scopo precauzionale, è stato disposto il blocco delle vendite ed il contestuale ritiro nei punti vendita del prodotto.
Passateci una battuta che viene da un nostro lettore: forse, in prodotti del genere, l’acqua ossigenata è il più sano degli ingredienti 🙂
Comunque, a parte gli scherzi, sembra che l’allarme sia rientrato perchè il prodotto è stato ritirato prima che si diffondesse la notizia.
 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News