BUFALA Angelo caduto a Londra – Bufale.net

di Juanne Pili |

BUFALA Angelo caduto a Londra – Bufale.net Bufale.net

angelopechino

Questo album Facebook di radio Digida 106.5 FM ha tutta l’aria di essere una spassosa burla architettata per gli utenti ultra-religiosi – a tal punto da cascarci. Annuncia la caduta di un angelo, piuttosto anziano e dalle ali completamente spennacchiate. L’evento sarebbe accaduto in una non ben precisata zona di Londra, di fronte allo stupore di alcuni passanti.

Come spiega Annie Armstrong su Creators Projects si tratta chiaramente di un’opera artistica, che per altro non è esposta a Londra, bensì a Pechino. Nell’articolo trovate altre foto dell’opera. Più che un angelo fa pensare ad un ibrido pollo-umano.

«Chinese artists Sun Yuan and Peng Yu are bringing poetic tragedy to the forefront of Beijing’s mind with their new installation, Angel, which debuted last week. The disturbingly realistic piece is a not-so-subtle reminder of the fragility of life and the concept of a fall from grace. The duo have been previously known for their use of controversial materials, from dead babies to human fat. For Angel, however, they left the controversy for the piece itself, and worked with mainly fiberglass, silica gel, and stainless steel to create the startlingly realistic body.

Gli artisti cinesi Sun Yuan e Peng Yu portano alla ribalta la tragedia poetica a Pechino con la loro nuova installazione, un Angelo, che ha debuttato la scorsa settimana. Il pezzo inquietantemente realistico è una allegoria neanche tanto sottile della fragilità della vita e del concetto di una caduta in disgrazia. Il duo [di artisti] era già precedentemente noto per il loro uso di materiali controversi, da bambini morti a grasso umano. Per l’Angelo, tuttavia, hanno lasciato la controversia nel soggetto stesso, e lavorato principalmente con vetroresina, gel di silice e acciaio inossidabile per creare il corpo così sorprendentemente realistico».

L’ovvietà della bufala passa in secondo piano di fronte all’opportunità – spesso offerta dal debunking – ma che i signori “c’era bisogno di spiegarlo?” spesso ignorano: quella della divulgazione culturale, non solo scientifica.

© Riproduzione Riservata

Mi trovi anche su…

testatafb

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News