DISINFORMAZIONE Brogli in Scozia? L'unico broglio è dell'Acchiappaclic – Bufale.net

di Shadow Ranger |

DISINFORMAZIONE Brogli in Scozia? L'unico broglio è dell'Acchiappaclic – Bufale.net Bufale.net

voto-scozia-brogli-conteggio
Sta circolando in questi giorni un filmato, chiamato in modo assai roboante la prova dei brogli elettorali in Scozia. Lo scrivente, contravvenendo temporaneamente a quanto consigliatovi in questo articolo ha deciso di cedere alla tentazione, scansare i vari “clicca qui per continuare” e cimentarsi, tra un banner ed una pubblicità, nella visione.
Ciò che lo scrivente ha riscontrato è sconfortante, e credo di poter “spoilerarvi” la visione senza tema di privarvi della sorpresa.
Il “filmato” si compone della vista di una signora di mezza età che conta delle schede elettorali su un tavolo con dei segnalini “Yes” e “No”, senza attenersi alle indicazioni dello stesso, mentre una voce ripete incessantemente cose come “E’ un imbroglio”, “ha messo i sì dal lato del no”, “Se usi lo zoom vedi che questi sono sì”, “E’ un imbroglio”.
L’unico vero imbroglio è costringere qualcuno a cliccare sul link aspettandosi una “prova definitiva” per vedere degli eventi assolutamente inconsequenziali.
Infatti la smentita è arrivata immediata dal canale twitter “Yes Dundee“, dal quale apprendiamo che:

Per far chiarezza, le schede elettorali non erano ancora state divise tra Sì e No ed erano state semplicemente posate sul tavolo dove i No sarebbero stati riposti a fine conteggio. Non c’è bisogno di preoccuparsi

Effettivamente il citato articolo dell’Huffington Post ci ricorda anche che le autorità locali, come per ogni elezione stanno analizzando con solerzia ogni lamentela legata a denunciate irregolarità, presunte o reali, perlopiù legate a limitati casi di “furti di identità”, con persone che hanno dichiarato di essere state precedute al voto da qualcuno che ha lasciato i loro dati. Sono comunque casi molto limitati, infinitesimali rispetto al numero di votanti, e dinanzi ad elezioni così rilevanti è naturale un certo rumore mediatico.
Ciò che non è tollerabile è che gli “Acchiappaclic” nostrani abbiano messo le mani su quel filmato già deprecato anche dalle fonti complottiste locali per farne facile clickbait.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News