Accusano qualcuno di manomissione delle telecamere su piazza a Trieste, ma era una questione di prospettiva

di Bufale.net Team |

Accusano qualcuno di manomissione delle telecamere su piazza a Trieste, ma era una questione di prospettiva Bufale.net

Avrete anche voi visto il video: una voce accusa qualcuno di manomissione delle telecamere su piazza a Trieste. La prova è un breve filmato commentato da una voce narrante che esibisce una contraddizione.

Un sito internet che mostra le telecamere su piazza a Triste mostra la “piazza VUOTA”, con enfasi.

Ma intorno a lui il narratore vede la gente. La deduzione è che siano state “manomesse anche le webcam live” relative alla manifestazione.

Abbiamo recuperato il sito internet in questione, l’abbiamo anche esaminato da cellulare, e abbiamo scoperto una cosa.

La schermata mostrata nel video ritrae effettivamente le camere ritrasmesse Skyline Web News, che hanno, ad esempio trasmesso regolarmente scatti della manifestazione all’Arena di Verona, anche in Timelapse.

Avrebbe poco senso censurare una manifestazione a Piazza Unità di Italia per trasmetterne una di pari affluenza all’Arena di Verona, no?

Il motivo è che, semplicemente, nel momento in cui è stato fatto il video, la telecamera di riferimento, a obiettivo fisso, era puntata in una direzione diversa da quella in cui i manifestanti puntavano le loro telecamere.

La diretta da Piazza Trieste (in realtà una differita di 20 secondi per ragioni tecniche dovute allo streaming) è installata all’angolo di Capo di Piazza G. Bartoli e inquadra solo una porzione di Piazza Unità d’Italia.

Nello specifico viene  la Fontana dei Quattro Continenti, Palazzo Pitteri e Harry’s Piccolo Restaurant & Bistrò.

Chiaramente distinguibili sin dalla “statica” di anteprima sul sito

Inquadratura di Piazza Unità di Italia. Fontana dei Quattro Continenti, Palazzo Pitteri e Harry’s Piccolo Restaurant & Bistrò.

La manifestazione di ieri si svolgeva, invece, nella parte della piazza che si affaccia su Riva del Mandracchio, al di fuori dell’occhio vigile della telecamera.

Accusano qualcuno di manomissione delle telecamere su piazza a Trieste, ma era una questione di prospettiva

Confrontando le diverse prospettive abbiamo notato questa anomalia, e contattato i gestori del servizio. Che ci hanno inoltrato un comunicato stampa.

È evidente e confermata l’esistenza di una minima intersezione tra l’inquadratura cercata “online” e la reale dimensione e locazione della manifestazione.

Accusano qualcuno di manomissione delle telecamere su piazza a Trieste, ma era una questione di prospettiva

SkylineWebcams riprende sostanzialmente l’intera area della Fontana dei Quattri Contenti, fino al margine di Piazza Unità di Italia. La manifestazione si è tenuta nell’area che va dalla Riva del Mandracchio alla Piazza.

Quindi fuori dall’inquadratura.

La società VisioRay Srl, responsabile delle telecamere Skyline Webcams, ha quindi rilasciato a seguito della nostra segnalazione un comunicato di netta smentita.

SkylineWebcams.com di VisioRay Srl, smentisce le calunnie di “complottismo” e manipolazione di immagini diffuse ieri durante una manifestazione tenutasi a Trieste in Piazza Unità d’Italia. Da sempre le webcam presenti sul sito www.skylinewebcams.com trasmettono rigorosamente in diretta (fermo restando una differita di circa 20 secondi dovuta alla latenza di trasmissione video).

Le accuse di aver artefatto le immagini di Piazza Unità d’Italia sono false. La telecamera SkylineWebcams è installata all’angolo di Capo di Piazza G. Bartoli e inquadra solo una porzione di Piazza Unità d’Italia, nello specifico viene ripresa la Fontana dei Quattro Continenti, Palazzo Pitteri e Harry’s Piccolo Restaurant & Bistrò. La manifestazione di ieri si svolgeva, invece, nella parte della piazza che si affaccia su Riva del Mandracchio. È, dunque, una questione di prospettiva (sbagliata).

Dati alla mano, la smentita di VisioRay si palesa del tutto dirimente.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News