“Un ragazzino di 12 anni ha avuto una reazione avversa a un vaccino” (Video)

di Luca Mastinu |

Un profilo Facebook ha pubblicato un video che testimonierebbe una reazione avversa al vaccino di un ragazzino di 12 anni. Il filmato sarebbe stato girato a Roma, in zona Grotte Celoni, presso una ASL.

L’utente scrive:

Roma a grotte celoni presso una asl un ragazzino di 12 anni ha avuto reazione avversa ad un vaccino bruttissima.tremava ,sbatteva testa su e giù toccandosi il petto..altro ragazzo che stanno portando via anche lui e stato vaccinato e l’hanno messo sulla barella la dentro. Ho anche l’audio della testimone

Di seguito riportiamo il video:

 

Cosa sappiamo di questo video?

Come suggerisce un utente nei commenti: «Mi fa ridere che oggi possiamo filmare una scena qualsiasi e farla passare per quello che vogliamo», e difatti tutto ciò che abbiamo a disposizione è semplicemente una ripresa confusa di appena 22 secondi. Possiamo sentire la voce del ragazzino e quella dei sanitari che lo invitano a calmarsi, nient’altro. Alcuni parlano di semplice attacco di panico, altri di paura, altri ancora invece credono fermamente in quanto riporta l’autrice del video. L’audio di cui si parla è linkato nei commenti, e ve lo riportiamo:

 

Un altro utente scrive: «L’audio e mezzo video cosa portano? Fosse l’audio della madre, non di una che è arrivata lì e non sa nemmeno il perché di quella scena, poi che scena? Si vedono solo braccia e si sentono voci di gente che dice “ma che sei, stupido?”. Fate voi». Diffondere una teoria sulla base di semplici riprese è facilissimo e lo avevamo dimostrato con questo nostro video (guardatelo). Ancora, cercare di terrorizzare i contatti facendo leva sui loro sentimenti senza riportare fonti può diventare un reato di procurato allarme.

Il video e l’audio che l’utente mette in rete per supportare la storia del ragazzo danneggiato da vaccini non sono una prova, bensì un contenuto acchiappalike non accompagnato da fonti. Non conosciamo la versione dei sanitari presenti nel filmato, non abbiamo una dichiarazione da parte della madre del ragazzo e non abbiamo altre fonti autorevoli che riportino la reale dinamica dei fatti.

Non obbedite all’imperativo “condividete”, perché vi si potrebbe ritorcere contro. Nel dubbio non condividete, fatelo per voi. Bufala? Notizia vera? Non lo sappiamo. Non lo sa nemmeno chi ha caricato il video. Non lo sanno nemmeno i condivisori compulsivi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News