Il 22 ottobre Margaret Keenan sulla CNN: la bufala sull’attrice del primo vaccino Covid Pfizer

di Redazione Bufale |

22 ottobre
Il 22 ottobre Margaret Keenan sulla CNN: la bufala sull’attrice del primo vaccino Covid Pfizer Bufale.net

Sta circolando un contenuto davvero singolare sui social, a proposito della presunta apparizione di Margaret Keenan sulla CNN lo scorso 22 ottobre. Il tutto, con un chiaro intento, vale a dire quello di far passare l’idea che la prima donna a fare il vaccino Covid di Pfizer nel Regno Unito, ieri 8 dicembre, sia in realtà un’attrice. E poco importa che la signora abbia la bellezza di 90 anni, ormai i complottisti e negazionisti, ben supportati dai no vax. Eppure, si può dimostrare facilmente che siamo davanti ad una bufala bella e buona.

Lo scorso 22 ottobre Margaret Keenan sulla CNN: una fake news sul primo vaccino Covid di Pfizer

Ieri vi abbiamo riportato la notizia del vaccino Covid di Pfizer somministrato a Margaret Keenan e, come si poteva facilmente immaginare, la donna è finita subito nel mirino dei complottisti no vax. Come si può intravedere nella foto, la donna viene accusata di essere un’attrice che avrebbe prestato la propria immagine per fingere di essersi fatta somministrare il vaccino. Stiamo dunque parlando dell’autenticità dello scatto che da ieri è diventato virale.

Analizzando più in profondità l’immagine che associa Margaret Keenan all’articolo pubblicato dalla CNN lo scorso 22 ottobre su altro argomento, abbiamo effettuato una ricerca specifica. Come? Individuando su Google il titolo dell’articolo di un mese e mezzo fa. Qui trovate l’originale ed effettivamente si può notare che la data sia quella indicata dai complottisti e no vax. Il risultato è scontato, nel senso che nel pezzo originale non appare l’anziana.

Dunque, qualcuno si è preso la briga di associare Margaret Keenan ad un vecchio articolo della CNN, precisamente dello scorso 22 ottobre, nel tentativo di alimentare la bufala secondo cui la foto non risalga a ieri. Tutta una farsa per i negazionisti, ma in due minuti abbiamo scoperto che di falso ci sia solo la rielaborazione che potete apprezzare in post social come questo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News