Pronti i negazionisti contro Margaret Keenan dopo il vaccino Pfizer Covid in Inghilterra: “Una cavia”

di Redazione Bufale |

Margaret Keenan
Pronti i negazionisti contro Margaret Keenan dopo il vaccino Pfizer Covid in Inghilterra: “Una cavia” Bufale.net

Si chiama Margaret Keenan ed è la prima donna che, oggi 8 dicembre, ha usato il vaccino di Pfizer contro il Covid in Inghilterra, il primo ad essere approvato dalle autorità. Una svolta cruciale per tutto il sistema sanitario mondiale, in attesa che le prime dose arrivino anche in Italia. Come si poteva facilmente immaginare, dopo le prime reazioni alle bufale riguardanti Bill Gates sull’argomento, come quella che vi abbiamo riportato il mese scorso, possiamo concentrarci sull’approccio alla notizia da parte dei no vax. Fino ovviamente ad arrivare ai complottisti e ai negazionisti.

Cosa dicono i negazionisti in Italia a Margaret Keenan dopo il vaccino Covid di Pfizer in Inghilterra

Al di là della notizia in sé, che di sicuro ci fa vedere la luce sulla risposta medica al Covid, come si poteva facilmente immaginare non hanno tardato le teorie strampalate di coloro che non vedono di buon occhio il vaccino Covid di Pfizer in Inghilterra questo martedì. Il focus, nello specifico, si è spostato ben presto sulla stessa Margaret Keenan, puntando sull’età della donna (ha circa 90 anni). Questi sono solo alcuni dei commenti che si trovano sotto al post Facebook sulla notizia:

“Si vaccinano per primi gli over 80, così tra dieci anni sarà quasi impossibile vedere gli effetti collaterali a lungo termine”;

“Mi pare suo malgrado che sia più una cavia passiva che una speranzosa entusiasta ..porella”;

“Porella..sembra più di là che di qua”.

Insomma, i commenti relativi al vaccino Pfizer contro il Covid somministrato oggi 8 dicembre a Margaret Keenan vanno molto spesso in questa direzione, a testimonianza del fatto che non sarà facile inculcare una certa cultura ed un certo tipo di informazione agli italiani nei prossimi mesi. Quando cioè il rimedio finale contro il Coronavirus metterà piede anche nel nostro Paese. Per ora, non possiamo fare altro che esprimere la nostra vicinanza alla signora.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News