BUFALA Il 23 Settembre 2015 un asteroide distruggerà la terra – Bufale.net

di Mauro Cemolani |

BUFALA Il 23 Settembre 2015 un asteroide distruggerà la terra – Bufale.net Bufale.net

bufala-asteroide-terra-catastrofe
1 gennaio 2000 tutti i computer e gli apparecchi elettronici del mondo si sarebbero spenti a causa del Millennium Bug, 21 dicembre 2012 i Maya avevano previsto la fine del mondo (molti esperti di Maya parlavano della fine di un’Era ma i titoli che andavano più di moda era quelli sulla fine del mondo) e infine 23 Settembre 2015 un meteorite distruggerà la terra.
Si perché sul sito Coercioncode.com un gruppo di americani teorici del complotto e studiosi della Bibbia hanno calcolato che proprio il 23 settembre 2015 un asteroide porterà l’inferno in terra.
Le prove ruotano tutte attorno ad una dichiarazione del Ministro degli esteri francese Laurent Fabius, che il 13 Maggio 2014 avrebbe dichiarato “Abbiamo 500 giorni per evitare il caos climatico”. Questa dichiarazione, ripetuta anche in altre conferenze alle quali il ministro ha partecipato a cavallo tra il 13 e il 15 maggio, sarebbe una dimostrazione del fatto che Laurent Fabius vorrebbe agire in modo deciso per contrastare l’inquinamento ambientale mondiale e il riscaldamento globale. Per i teorici del complotto, questa dichiarazione sarebbe la “prova” che allo scadere dei 500 giorni la terra sarebbe destinata a scomparire e gli unici a sapere di questa catastrofe, sarebbero dei fantomatici “loro” che vogliono vedere l’umanità morire.
Tornando però a parlare dell’asteroide, la NASA smentisce che esista un asteroide in rotta di collisione con il pianeta terra.
Anche il fisico Giovanni Valsecchi, in una intervista rilasciata a Il Messaggero, precisa che nemmeno all’Istituto di Aerofisica e Planeotologia Spaziali sanno nulla riguardo un asteroide in arrivo sulla terra.

Secondo lei quindi questa notizia è priva di basi e fondamenti scientifici?
«Non c’è una base fattuale ne’ scientifica dietro a notizie come questa, basata su testi religiosi/esoterici (non ci sono né osservazioni del supposto asteroide, né calcoli della sua traiettoria); si tratta di pura “fuffa”».
Ci sono asteroidi neo osservati che hanno un’orbita in prossimità della Terra?
«Si che ce ne sono, e noi astronomi facciamo tutto il possibile per tenerli sotto sorveglianza! Di questa attività fanno parte i siti web sopracitati ma anche quello dell’Agenzia spaziale europea che si trova a Frascati, il cui responsabile è Ettore Perozzi».
Il 16 giugno si avvicina Icaro, fu considerato all’epoca pericoloso. Lo è ancora?
«Icaro è innocuo per tutto il prossimo secolo, e ben oltre; il 16 passerà a parecchi milioni di chilometri dalla Terra»
La rete di osservazione degli asteroidi potenzialmente pericoli è efficiente? Possiamo fidarci? Va potenziata?
«Capisco che la mia risposta possa suonare come quella dell’oste al quale si domanda se il suo vino è buono, comunque, si, la rete è efficiente, dato il livello delle risorse che sono disponibili in questo campo, ed i calcoli delle traiettorie sono affidabili. Certo, con più risorse si potrebbe fare di più, ma il rischio asteroidi deve competere con altri (vulcani, terremoti, eventi climatici estremi, epidemie…) nei quali siamo ben più indietro».

A detta degli esperti nessun asteroide sta per arrivare sulla Terra. Dormite pure sonni tranquilli.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News