Arrestato mago accusato di omicidio colposo di disabile

di Shadow Ranger |

Arrestato mago accusato di omicidio colposo di disabile Bufale.net

C’è una cosa che compare sempre nella cassetta della posta delle segnalazioni. Sempre.

La tipica lamentela nazionalpopolare. A volte redatta in un linguaggio abominevole, che suona tipo

“Bergoniaaaaahh! Kastaahhhhh! Ve la prendete kon la poveraggente, la veraggente ke nn ha fatto le skuole ke condivide kose ke ci krede ke sn buoni e nn con la kasta kivvipaka bullismo bulliiihhhh1!111”

A volte in una forma leggermente più conferente ma non condivisibile tipo

“Ma a voi che fastidio dà se uno, sul suo profilo, anche se pubblico, crede nell’antivaccinismo militante? Perché intervenite se uno crede nei maghi, negli stregoni, nei complotti? Che male vi fa? Vi credete i poliziotti dell’Internet?”

Oggi vi parleremo di una storia molto brutta. Che spiega perché no, non è vero che credere nella magia e nei complotti non fa male a nessuno.

Arrestato mago accusato di omicidio colposo di disabile

La storia è comparsa sull’Ansa questa mattina.

Ed è la storia di un presunto guaritore. Una di quelle cose che “Tanto non fa male a nessuno, la fede non si critica, perché dovete fare la buffala della fede altrui”?

Sapete come funziona, un po’ come il “Mago di Poggibonsi” de La Ladra di Mario Tobino.

Figura un tempo inevitabile in ambienti antichi, avvolti dalle fitte nebbie della superstizione e dell’ignoranza. Qualcuno che per soldi promette di domare le forze arcane della Magia, un incrocio tra lo Stephen Strange “Maestro delle Arti Mistiche, Stregone Supremo dell’Universo” e il Totò che vende la Fontana di Trevi agli interessati.

Porti al mago soldi, a volte molti soldi e il mago ti concede quello che vuoi. Salute, fortuna in amore, altri soldi… disobbedisci al mago e le forze mistiche ti volteranno le spalle ed avrai briciole nel letto, maledizioni e sciagure.

Del resto è ormai iconica nell’ambiente culturale italiano la storia del “Sale che non si scioglie” del Maestro di Vita, con tutti gli strascichi giudiziari e di dolore che ha causato.

Che questo accada nel 2021, fa ancora abbastanza male.

Tornando a noi, una serie di indagini legate alla segnalazione di un direttore bancario hanno condotto all’arresto ed ad una serie di scoperte.

I riscontri delle indagini

Il mago è stato così trovato in possesso di vari monili in oro, due cartucce per armi da fuoco e una cospicua somma di denaro.

Denaro ottenuto promettendo salute e successi in amore.

Al riguardo dalle indagini emergono veri e propri atti classificabili come violenza sessuali, nei quali il sedicente mago ha invitato tre donne ad un “rito sessuale” per ottenere i favori dello Spirito Santo e il successo in amore.

Inoltre ad un disabile suo avventore è stato suggerito di sospendere una terapia farmacologica e rinviare un intervento necessario per proseguire con le terapie magiche.

Il risultato? L’uomo, disabile mentale, è spirato per la grave malattia intestinale che lo affliggeva.

Nell’ordinanza di arresto, in cui il giudice ha sottolineato la “spiccata personalità criminale” dell’indagato, si legge che “alle vittime di sesso femminile in uno stato di maggiore fragilità e depressione, e pertanto più vulnerabili, egli ha riservato il trattamento più crudele, perché proteso non solo più al denaro, ma alla violazione dell’intimità sessuale”. In merito al decesso del soggetto che ha rifiutato di farsi curare l’infarto intestinale dai medici dell’ospedale di Polistena perché aspettava “il santone dalla Sicilia”, il gip ha scritto che la morte dell’invalido “è in rapporto di causalità diretta con l’operato del ‘mago’ che, certamente consapevole dello stato di deficienza psichica della vittima, ha scelleratamente e subdolamente alimentato le sue credenze sul soprannaturale”.

Restano i consigli dell’Arma:

“L’invito dell’Arma è quello di affidarsi alle forze dell’ordine segnalando situazioni di tal genere e fare intervenire personale sanitario per le cure del caso”.

Quindi no, non venitemi a dire che “Credere nella magia non fa male a nessuno”. Anche perché

Un elenco delle vittime della credulità, del complottismo e della disinformazione

Ancora adesso, sul sito Whatistheharm, “Che problema c’è?”, compare una vera e propria colonna infame delle vittime di complottismo e disinformazione.

È in inglese, ma la lettura va raccomandata.

Ce ne è di tutto: bambini morti per meningite per incuria dell’obbligo vaccinale, una donna gravemente sfigurata durante un rito magico “per riconquistare l’amore”, persone morte di cancro per aver rifiutato le terapie necessarie a salvarli…

No, non potete dire che “Non fa male a nessuno”. Perché fa male solo finché non lo fa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News