NOTIZIA VERA Che stangata con le rimodulazioni TIM, Wind e Tre da luglio: tutti gli aumenti

di Redazione |

Rimodulazioni TIM

A partire da oggi 1 luglio bisogna necessariamente prendere in esame una serie di rimodulazioni TIM, Wind e Tre che sicuramente saranno poco apprezzate dal pubblico. Alcune tra le compagnie telefoniche più popolari in Italia, infatti, si apprestano a rendere operativi alcuni aumenti, anche se nel caso di TIM è possibile sottolineare che la stangata prenderà corpo già in queste ore. Facciamo dunque chiarezza tra le diverse notizie negative e le poche positive entrate in vigore.

A proposito delle rimodulazioni TIM, più in particolare, da oggi 1 luglio avremo degli aumenti pari a 2,50 euro al mese per i piani Voce Senza LimitiTutto Senza LimitiTuttoTutto voceTIM SmartSmart e Internet Senza Limiti. Come sempre avviene in questi casi, l’operatore consente di recedere senza pagare penali, ma secondo le ultime informazioni trapelate in merito pare che la data di scadenza fosse fissata a ieri 30 giugno. Insomma, se siete arrivati fino a questo momento coi suddetti piani e avete un vincolo contrattuale, bisogna mettersi l’anima in pace. Al contrario, calano di 1 euro piani come TuttofibraTuttofibra Plus e Internetfibra.

Per quanto riguarda le rimodulazioni Tre, l’unico piano coinvolto questo mese risulta essere All-in Start. Nel dettaglio, l’operatore ha annunciato che a partire dal primo rinnovo successivo al giorno 29 Luglio 2018, il prezzo per ciascun rinnovo passerà da 9,77 euro a 12,77 euro al mese, anche se stiamo salendo a 30 GB totali. Le rimodulazioni Wind, invece, coinvolgono due piani specifici, ovvero Wind Smart 7+ Limited Edition e All Inclusive Big. Le offerte passeranno rispettivamente da 7 e 2 GB ad un bundle di 30 e 10 GB. Nel primo caso si passa da 7,58 euro a 9,58 euro al mese, nel secondo da 14,50 euro a 16,5 euro al mese.

Quanto alle rimodulazioni Vodafone, ci saranno delle novità da settembre che verranno definite al meglio nei prossimi giorni. Di sicuro, le rimodulazioni TIM, Wind e Tre non faranno altro che agevolare il compito di Iliad, che punta proprio sulla trasparenza ed il blocco delle proprie tariffe per fare la differenza.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News