BUFALA INFARTO: Come sopravvivere quando si è soli. Hai tempo 10 secondi per salvarti la vita… – bufale.net

di Shadow Ranger |

BUFALA INFARTO: Come sopravvivere quando si è soli. Hai tempo 10 secondi per salvarti la vita… – bufale.net Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti un testo del Fato Quotidiano, una delle Camere dell’Eco apparse recentemente nella blogosfera

Succede, spesso, che la persona colta da attacco di cuore in quel momento si ritrovi sola e senza aiuto. Il cuore comincia a battere in modo improprio e la vittima ha solo 10 secondi prima di perdere conoscenza.

Tuttavia, queste vittime possono aiutare se stessi ad agire prontamente per cercare di salvarsi la vita. Una delle cose che bisogna prontamente fare è il tossire ripetutamente e vigorosamente. Un respiro profondo deve essere eseguito prima di ogni colpo di tosse, e la tosse deve essere profonda, prolungata e vigorosa, come se fosse prodotta dall’interno del torace. Un respiro e un colpo di tosse deve essere ripetuto ogni due secondi senza fermarsi fino a quando si sente che il cuore batte normalmente. Respiri profondi trasportano l’ossigeno ai polmoni e la simulazione della tosse spinge il cuore a mantenere il sangue circolante. Esercitare anche una pressione di compressione sul cuore aiuta a ripristinare il ritmo normale. In questo modo la vittima di attacco di cuore può sperare in una ripresa immediata tanto da permettergli di arrivare in ospedale per ricevere le cure più opportune.

E’ importante che chiunque legga questo articolo lo diffonda condividendolo con più persone possibili. Un cardiologo dice: “Se, chiunque riceva questo messaggio, lo invia a 10 persone, si può scommettere che salveremo almeno una vita.

Chiosato da un invito ironico quanto ipocrita

– AVVISATE TUTTI –

A questo dovrebbe servire Facebook… A condividere notizie così importanti!

L’articolo è la versione redatta in un italiano grossomodo ripulito di una bufala che gira da anni, e da cui vi avevamo già messo in guardia parlando della versione Whatsapp, redigendo inoltre un testo di fact checking nel 2014.

Come ricorda Snopes, se alcune tecniche di respirazione possono in determinati casi aiutare, fermarsi acriticamente a tossire ad ogni insulto cardiaco in corso potrebbe potenzialmente uccidere il malcapitato finito a seguire un simile consiglio.

Esiste una sola cosa da fare in caso di infarto: cercare di non perdere la calma, chiamare i soccorsi e, se possibile e se consigliato dai soccorritori che avrete contattato, assumere un’aspirina per evitare coaguli di sangue.

Quello che non dovreste mai fare è seguire consigli ricevuti da Internet, e ricondividere materiale di dubbia utilità.

AGGIORNAMENTO: Alcuni nostri contatti ci fanno notare che qualcosa che noi ritenevamo essere ovvio potrebbe non esserlo per tutti. Il modo più efficace per contattare i soccorsi passa ovviamente dal 112, ove attivo, o dal 118 per tutti gli altri casi.

Non c’è altro da fare, in caso di infarto in corso, che chiamare o far chiamare un numero di emergenza.

Ma ove vogliate prevenire, informarvi consapevolmente prima, solo un medico e nessun altro potrà consigliarvi uno stile di vita sano, e se proprio voleste studiare delle risorse affidabili, potrete consultare il sito dell’IRC.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News