Zaia punta il dito contro i novax: il merito della ripresa non è “del 18% che cerca ogni scusa per non vaccinarsi”

di Bufale.net Team |

Zaia punta il dito contro i novax: il merito della ripresa non è “del 18% che cerca ogni scusa per non vaccinarsi” Bufale.net

Zaia punta il dito contro i novax, dimostrando che effettivamente esiste una “Lega dei Governatori”, che vede nel Green Pass e nei vaccini strumento di ripresa e non di politica.

Luca Zaia non è nuovo a simili affermazioni: l’undici settembre ebbe modo di dichiarare

“Davanti a scelte così importanti, il dibattito e la discussione sono inevitabili. Ma nella Lega la linea che vince è quella della responsabilità messa nero su bianco dai governatori. Poi, se resta qualche nostalgico del no green pass o del no mask, ne prenderemo atto. Io penso che non ci siano alternative alle scelte che abbiamo fatto”.

E non fu il solo governatore del “nord produttivo” pronto ad additare nopass e novax come un ostacolo alla ripresa e mettere in chiaro le loro (numerose) mancanze.

Ricordiamo come Toti (Cambiamo!) si sia ritrovato suo malgrado vittima di minacce novax.

E che Fedriga, sempre in quota Lega, proprio recentemente abbia indicato nel Green Pass il buonsenso di una alternativa alle chiusure.

E che lo stesso Zaia compare vittima di numerose viralità e fake news di stampo antivaccinista, evidentemente riconosciuto come un avversario.

E ne hanno ben donde: Zaia punta il dito contro i novax, e non offre sconti

“Noi veniamo da 20 mesi di incubo per il Covid, ma ne stiamo venendo fuori e saremo piu’ forti di prima. Il merito non e’ certamente del 18% che cerca ogni scusa per non vaccinarsi”.

Ha dichiarato all’assemblea degli Industriali di Vicenza, aggiungendo

“In Veneto  abbiamo l’82% dei vaccinati e il merito è loro se oggi siamo qui a fare questa assemblea e se l’autostrada A4 per arrivare a Gambellara era intasatissima”

A voler essere cattivi, potremmo anche identificare una stoccata nell’ultima frase. È evidente infatti che nella visione di Zaia, che coincide con la realtà dei fatti a rallentare le autostrade siano camion intenti a portare merci per far ripartire l’economia e non inesistenti scioperi “dimostrati” a colpi di foto tragicomicamente decontestualizzate.

Ma anche restando alla lettera delle affermazioni di Zaia, non ci sentiamo proprio di dargli torto. Anzi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News