VIRUS Il tag al video porno su Facebook

di Luca Mastinu |

VIRUS Il tag al video porno su Facebook Bufale.net

virus porno facebook

Ci segnalano un messaggio virale che viene condiviso su più bacheche di Facebook:

15826499_564979357028479_4274274701882140515_n

Ciò che si evince è che non sempre i copia-incolla sono menzogneri. Il pericolo è reale. Stiamo parlando di un post in cui potreste ritrovarvi taggati da un vostro contatto; per curiosità, se cliccate, il vostro sistema verrà infettato e di conseguenza i vostri amici verranno taggati a vostra insaputa.

Il 30 Settembre 2016 ne parlava AdnKronos in un articolo in cui riportava un comunicato della pagina Facebook Una vita da social, gestita dalla Polizia di Stato:

In questi giorni è comparso un articolo anche su Internapoli in cui vengono suggerite alcune strategie per non cadere nella trappola:

  • Cambiare la password del proprio account Facebook accedendo da un altro dispositivo, in quanto il virus potrebbe intercettare la nuova password;
  • Tornare al proprio PC infettato e lanciare la scansione antivirus.

Inoltre, per prevenire la comparsa di tag pericolosi, si consiglia una semplice mossa: dal proprio account cliccare in alto a destra e andare sulle Impostazioni; dalle Impostazioni selezionare, dall’elenco a sinistra, “Diario e aggiunta tag”; Alla domanda Chi può aggiungere contenuti sul tuo diario? troverete l’opzione Vuoi controllare i post in cui ti hanno taggato gli amici prima che vengano visualizzati sul tuo diario? Ecco. A destra, cliccate su modifica e vi comparirà un menu a tendina, scegliete l’opzione Sì.

1
Step 1: Andare nelle Impostazioni del proprio Account
2
Step 2: Dall’elenco a sinistra, selezionare “Diario e aggiunta tag”
3
Step 3: Andare sulla voce “Vuoi controllare i post in cui ti hanno taggato gli amici prima che vengano visualizzati sul tuo diario?” e cliccare su “Modifica”
4
Step 4: Dal menu a tendina selezionare l’opzione “Sì”

Il virus era già stato segnalato l’11 Febbraio 2015 da Agente Lisa, altra pagina Facebook della Polizia di Stato:

agente lisa

Evitate, dunque, di cliccare su contenuti sospetti nei quali vi ritrovate taggati. Contattate l’amico che ha postato il video sulla vostra bacheca e chiedete chiarimenti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News