Vescovo: “Italiani la smettano di prendersi cura dei cani e aiutino i migranti!”

di Luca Mastinu |

Quando quelli di Tg Quotidiano non hanno concetti presso i quali cercare appiglio, lo fanno scomodando i kanniolini. Oggi ci parlano del cardinale e arcivescovo Francesco Montenegro, che descrivono come “fanatico dell’immigrazione” (lui, vero?) in un articolo del 9 dicembre, nel quale gli attribuiscono la frase: «Italiani la smettano di prendersi cura dei cani e aiutino i migranti!».

Nel comunicare agli autori che invieremo il loro pezzo (archiviato) a chi di dovere e al diretto interessato, parliamo di disinformazione perché l’attribuzione di una frase come «Italiani la smettano di prendersi cura dei cani e aiutino i migranti!» al cardinale Francesco Montenegro è oltremodo inappropriato e nel pieno regime dei mendicanti del web.

Il discorso cui gli autori di Tg Quotidiano – che non è un TG e tanto meno un quotidiano – fanno riferimento è l’omelia che Montenegro ha pronunciato durante una messa nel giorno dell’Immacolata Concezione. L’arcivescovo si è espresso su disoccupazione, le strade non più sicure e, soprattutto, sui migranti. Nell’argomentare il tema dell’immigrazione, Montenegro ha detto: “Capita – giustamente – di commuoverci dinanzi a un animale che soffre (è una creatura vivente che merita rispetto), ma, per esempio, poi si resta indifferenti dinanzi a uomini (migranti) che hanno la colpa di voler vivere come gli altri e per questo soffrono e muoiono a migliaia, o dinanzi ai poveri che soccombono per la fame, o subiscono la violenza dei prepotenti o pagano il prezzo della corruzione e dell’illegalità”. Le sue parole possono essere sentite anche nel video riportato da Agrigento Notizie:

 

In nessun punto si sente Montenegro dire agli italiani di non prendersi più cura dei cani per aiutare i migranti. Nessuno. Il messaggio è diverso: inutile riempirsi il cuore di tanta premura per gli animali per poi ignorare o addirittura odiare migranti, poveri o vittime di corruzione e illegalità. Montenegro dice questo: amare, rispettare e aiutare ogni forma di vita, dal migrante al povero (quindi anche italiano), dalle vittime della corruzione alle vittime dell’illegalità (che possono essere anche italiani).

Tg Quotidiano taglia e ricuce, e Montenegro diventa un arcivescovo che odia i cani perché ama troppo i migranti.

 

Latest News