Vaccino ed epilessia: video del 2016 di nuovo virale ma non esiste correlazione tra malattia e farmaco

di Luca Mastinu |

Vaccino ed epilessia: video del 2016 di nuovo virale ma non esiste correlazione tra malattia e farmaco Bufale.net

I nostri contatti ci segnalano un video che metterebbero in correlazione vaccinazione ed epilessia. Tale video è condiviso da un profilo particolarmente avverso alla medicina tradizionale e che molto spesso riporta contenuti che argomentano in modo distorto tutto ciò che arriva dal mondo scientifico. A questo giro, sfruttando le immagini agghiaccianti di un bambini in preda a una crisi, l’utente vuole dare forza alla sua campagna no-vax sostenendo che chi nega i danni da vaccini sia un criminale.

Reazione al vaccino dopo due giorni dalla somministrazione, bimbo di 7 mesi. Il video esportato da un account Twitter, il bambino si è ripreso. Ma i danni sono permanenti. (per chi vuole approfondire, ricerchi su Google: “Bobby Maguire vaccine”)

CRIMINALE chi nega i danni da vaccino

Una lettura critica

Chi legge questo post deve fare uno sforzo critico e notare alcuni particolari. Il primo: “Video esportato da un account Twitter”. L’utente, in questo modo, ammette di aver preso un video dai social e di averlo ricaricato sul suo profilo senza aver approfondito la storia del piccolo Bobby. Lo spirito critico dovrebbe suggerire che l’utente non è in possesso di tutte le informazioni sul piccolo Bobby. Sollecitato nei commenti, lo stesso utente ha riportato un articolo pubblicato sul Daily Mail in cui si dimostrerebbe la correlazione tra il vaccino e la crisi epilettica manifestata dal bambino.

L’articolo del Daily Mail è stato pubblicato il 13 dicembre 2016 e lo troviamo a questo indirizzo. Il pezzo parla dello stesso video, a anche a questo giro l’utente dimostra di non aver approfondito. Lo faremo con questa analisi.

Le convinzioni dei genitori di Bobby e i risultati dei test

Restiamo sull’articolo pubblicato nel dicembre 2016 dal Daily Mail. Secondo il racconto della coppia del Northumberland, il piccolo Bobby era stato sottoposto alla vaccinazione contro il meningococco B tramite Bexsero e poco dopo aveva manifestato i primi sintomi dell’epilessia. A quel punto i genitori lo avevano filmato e avevano postato il video sui social sostenendo che Bobby si fosse sentito male a causa del farmaco iniettato tramite vaccino: “Questo vaccino non deve essere somministrato ai bambini – aveva scritto il padre – Io so che questi problemi si sono presentati proprio a causa del vaccino”.

In quel tempo un esperto era intervenuto per sostenere che i sintomi manifestati da Bobby somigliavano più alla sindrome di Dravet, una malattia genetica che non è correlata agli effetti collaterali del vaccino.

In ogni caso il piccolo Bobby era stato sottoposto a una serie di test – TAC, risonanza magnetica ed EEG – i quali avevano dato esito negativo circa la correlazione con il Bexsero. Sul suo caso erano intervenuti altri esperti, come Ellie Cannon, che su un sito specializzato aveva riportato che non vi era correlazione tra la somministrazione del farmaco e i sintomi accusati da Bobby. Tuttavia, la storia messa in rete con convinzione dai genitori del piccolo aveva scatenato una forte ondata di disinformazione dal momento in cui era stata ripresa da un utente che promuoveva a gran voce la medicina alternativa. Troviamo a pagina 7 di questo documento estratto da un rapporto pubblicato da Storyful, un’agenzia che analizza l’andamento dei social media.

L’epilessia da vaccino è un falso mito

Ancora, è stato più volte dimostrato – come per la correlazione inesistente tra vaccinazione e autismo – che i vaccini non portano all’epilessia. No, non ci fermeremo a un articolo pubblicato da Fanpage (come quello appena riportato), ma vi rimandiamo a una risposta fornita da un neurologo a una madre che si poneva lo stesso quesito. Trovate tale risposta a questo indirizzo. Sull’argomento era intervenuta anche la LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia) in questo documento, e le rassicurazioni sul vaccino erano stata riprese anche dalle agenzie di stampa (Ansa, per esempio).

Ancora, sul falso mito dell’epilessia causata da vaccino era intervenuto anche Roberto Burioni (qui il suo intervento) che aveva anche spiegato in quale modo si deve arrivare a provare una correlazione tra una manifestazione avversa e la somministrazione di un farmaco. Lo stesso Istituto Superiore della Sanità riporta le possibili cause dell’epilessia a questo indirizzo. In nessuna delle voci indicate si parla di vaccino.

Conclusioni

L’utente indica come criminale chi non crede ai danni da vaccino e pubblica la storia di un bambino che egli stesso dimostra di non aver approfondito. Andiamo per punti:

  • L’utente afferma di aver prelevato il video da Twitter e sostiene che Bobby soffra di epilessia a causa del vaccino;
  • Sollecitato dai commentatori, pubblica un articolo del Daily Mail per cercare di dimostrare la sua teoria;
  • Nello stesso articolo del Daily Mail viene riportato che non è dimostrata alcuna correlazione tra vaccino ed epilessia. L’utente stesso dimostra di non aver letto le fonti che riporta;
  • I genitori di Bobby sono fermamente convinti (“Io so”, dice il padre) che il piccolo Bobby soffra proprio a causa del vaccino, ma i controlli approfonditi hanno escluso la correlazione;
  • A più riprese la comunità scientifica è intervenuta per escludere il vaccino dalle cause dell’epilessia, che invece sono legate ad altri fattori;
  • I media internazionali hanno spesso fatto disinformazione sul caso, e la storia di Bobby è stata oggetto di propaganda no-vax, la stessa che i genitori di Bobby praticano da anni.

Parliamo di disinformazione in quanto, non esistendo prove sulla relazione tra il vaccino Bexsor contro il mengingococco B e i sintomi manifestati dal piccolo Bobby, chi continua a sostenere una teoria portata avanti solamente dai genitori del bambino (ricordiamo che gli esami avevano dato esito negativo) non dice la verità.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News