Ultim’ora Sea Watch 3, marinaio licenziato sbotta: “Migranti senza vino, partita la rivolta”

di Redazione |

Ultim'ora Sea Watch 3

Si discute tanto oggi 27 giugno in merito ad una sorprendete ultim’ora Sea Watch 3 pubblicata sui social. Le notizie giunte dal presunto marinaio licenziato dall’imbarcazione, infatti, stanno indignando ulteriormente coloro che rifiutano ad ogni costo lo sbarco a Lampedusa, in linea con quanto affermato da Salvini. La testimonianza riportata oggi, più in particolare, ci dice che i migranti stanno bene, mangiano tutto quello che vogliono. La loro rivolta sarebbe partita solo per aver finito il vino.

Il tutto, in un clima già di suo bello teso, come abbiamo avuto modo di riscontrare proprio in queste ore con un articolo specifico su due storie relative a Carola Rackete. Insomma, ultim’ora Sea Watch 3 da prendere con le pinze quella che vi stiamo riportando oggi 27 giugno, soprattutto considerando il fatto che tanti italiani dal momento della pubblicazione del video hanno iniziato a ricondividerlo, credendo alla storia raccontata. Come accennato in precedenza, l’analisi di questo contributo è estremamente semplice.

Il personaggio che ci fornisce l’ultim’ora Sea Watch 3, infatti, è un noto troll che tende a prendere in giro un segmento specifico del pubblico italiano, quello che tende a credere a tutto e che ricondivide tutto ciò che è allineato ai propri ideali, senza curarsi di effettuare controlli. Morale della favola? Non esiste nessun Giovanni Titori allontanato dall’imbarcazione che si trova ancora a largo delle coste di Lampedusa, nell’ambito della sfida a distanza tra Salvini ed il Capitano Carola Rackete.

Tornando alla storia condivisa questo pomeriggio su Facebook, vi lasciamo al video originale che ci mostra quanto avvenuto a detta di questa fonte sull’imbarcazione, con la falsa ultim’ora Sea Watch 3 che sta traendo in inganno tanti italiani pronti ad arrabbiarsi ulteriormente con il Capitano e coi migranti a bordo dopo aver ascoltato la storia. Insomma, ecco a voi il racconto che sta creando tante discussioni sui social da un’ora a questa parte.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News