TRUFFA Virus: “Lei era infedele a me: se volete vedere, questa è la mia vendetta” – bufale.net

di Shadow Ranger |

TRUFFA Virus: “Lei era infedele a me: se volete vedere, questa è la mia vendetta” – bufale.net Bufale.net

virusfacebookAbbiamo già visto in passato numerosi casi di virus da Facebook, applicazioni malevole che, usando il sistema delle API di Facebook (il motore su cui girano i vari giochini, test, applicazioni ed altri simpatici divertimenti tanto cari agli utilizzatori della piattaforma) prendono il controllo delle vostre bacheche per postare, a vostra insaputa, messaggi dal contenuto sessuale e pruriginoso, oppure curioso e spaventoso, con inviti rivolti ai vostri contatti a guardare il filmato per intero, infettando il loro account.

Una nuova versione dello stesso virus si sta affacciando proprio in queste ore sui social

14249057_10209231417656315_1886950821_n 14269386_10209231417896321_1916142684_nEntrambe le immagini hanno la stessa didascalia e lo stesso contenuto: una donna in evidente atteggiamento intimo con un uomo barbuto ed uno sgrammaticato commento:

Lei era infedele a me !! Se vogliono vedere. E questa è la mia vendetta

Naturalmente, il link conduce ad un virus con due effetti fondamentali: replicarsi, quindi postarsi sui profili dei vostri amici e impossessarsi di ogni vostro dato mai postato o usato sul vostro profilo di Facebook, che sarà trasmesso a persone terze.

Vale ancora il vecchio consiglio della Polizia di Stato:

Un nuovo ‎virus si diffonde tramite i profili ‎Facebook. Vi ritrovate taggati in un video o in una foto da un vostro amico (si tratta quasi sempre di pornografia) solo che il vostro amico non ne sa nulla e se, incuriositi, cliccate sul link, il vostro pc sarà infettato.

Si tratta di un programma “malevolo” che ha la capacità di sottrarre i dati sensibili. Questo virus, inoltre, si può trasmettere da contatto a contatto, ad esempio si può insinuare nella chat, quindi se chattate con un amico “infetto” potreste essere infettati anche voi.

Attenzione quindi anche per gli utilizzatori dei telefonini in quanto il virus non risparmia neanche gli smartphone.

Come difendersi?

Innanzitutto evitate di cliccare su link che vi sembrano strani (possibile che un mio amico mi tagghi in un video porno sulla mia bacheca?) e, poi, è bene avere un buon antivirus aggiornato.

Anche il passaparola con i vostri contatti di Facebook può risultare utile. Una buona idea è quella di scrivere un post sulla vostra bacheca dicendo a tutti gli amici che non avete taggato nessuno su video o foto e di non aprire link inviati a vostro nome perché si tratta di un virus.

L’informazione è stata diffusa anche tramite la pagina Facebook di Agente LISA che ha gia avuto oltre 53 mila condivisioni.

Siate attenti e non condividete.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News