Treni carichi di carri armati a Milano! A Firenze! A Roma! Soldati ovunque! Colpo di stato!

di Bufale.net Team |

Treni carichi di carri armati a Milano! A Firenze! A Roma! Soldati ovunque! Colpo di stato! Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti il nuovo hobby dei complottisti della domenica. Colti di soprassalto dalla sospensione delle iniziative legate a DEFENDER20 che li ha improvvisamente privati della loro fonte primaria di complotto, i nostri paladini del non cielo dicono!! sembrano incapaci di rassegnarsi.

Il nuovo ordine del giorno è razziare Internet di foto di carri armati e mezzi militari, millantare sul posto una storiella inventata dove “Mio cuggino ha visto questi carri armati con gli occhi suoi, non dico la bugia” e cercare così di recuperare il terreno perso.

Vi abbiamo già parlato di come un viralizzatore abbia deciso di razziare la galleria fotografica di una valente fotografa e, ottenute foto in alta qualità di una manifestazione del 2011 col patrocinio dell’Esercito, abbia ridotto la qualità delle stesse a livello Gnomo Armato di Ascia per rendere meno inverosimile una storiella a base di DEFENDER20.

Vi abbiamo anche mostrato come un video nel quale si vedono mezzi militari italiani richiamati in caserma, nell’ottica di tenere le forze dell’Ordine e l’Esercito a disposizione in caso di moti carcerari in Sicilia sia stato ridiffuso con didascalie acchiappaclick ed allarmistiche per ottenere quel click in più.

Il nuovo ordine del giorno del complottismo è seminare allarme.

Complottisti di tutto il web si sfidano a cercare foto di carri armati per difendere con le unghie e coi denti la credibilità perduta, col non trascurabile effetto di seminare allarme e panico nella popolazione già spaventata dalla pandemia di COVID19.

Le foto dei carri armati a Milano! A Firenze e ovunque: la bilocazione del complotto

Vi mostreremo ora due foto per esempio. Due foto di molte altre, prese da due profili di persone che invitiamo a ritirare il loro allarmistico contenuto: siete stati scoperti. E segnalati.

Ora sono a Milano...
Ora sono a Milano…
... ora a Viareggio
… ora a Viareggio

Con didascalie che chiedono a Giuseppe Conte e Di Maio di spiegare il fenomeno.

Tranquilli complottisti: vi spieghiamo noi. Vi dovete solo vergognare.

Perché siamo bravi tutti a prendere le foto dall’autorevole rivista “Chatta.it”, watermark visibile nella prima didascalia.

Ma noi abbiamo buona memoria, e ci ricordiamo di questa foto. Ce l’avete riciclata paro paro nel 2015: ve la ricordate, vero amici del Complotto?

Derivano da una serie di scatti che apparvero nel 2015, quando i complottisti di oltralpe mescolarono le foto di un carro armato a Senigallia nel 2015 a foto prese in giro per lo Stivale in momenti ed intervalli diversi, millantando che l’allarme terrorismo allora assai sentito avrebbe trasformato l’Europa in una dittatura.

Come cambiano i tempi vero? Un tempo i complottisti d’oltralpe prendevano le nostre foto e le ambientavano all’estero, oggi i complottisti nostrani si riprendono quelle foto, le mescolano a foto di dubbia provenienza e ottengono il loro complottino facile e pronto.

Rileggete il nostro articolo di allora. Rileggete il secondo pezzo che scrivemmo allora.

Ora andiamo a guardare le foto estrapolate dall’articolo Belga che vi mostriamo. Vi ricordano nulla?

Foto del 2015
Foto del 2015

Certe bufale non finiscono: fanno giri immensi, poi ritornano

Sono gli inconvenienti del mestiere del bufalaro: non puoi aspettarti di puntellare la tua storiella cercando le foto su Google Immagini scrivendo “Carro Armato Italia” e “Carro Armato Americano” e sperare che un buon fact checker non faccia lo stesso con te.

Specie se ha a disposizione un archivio ormai quasi decennale di bufale per vedere la loro evoluzione in diretta.

L’eccezione che conferma la regola

Eccezione riscontrata è di una foto proveniente da Pescara, questa

Che in compenso è stata confermata essere dalla stampa locale datata, precedente alla pandemia di COVID19 e quindi al passo indietro delle autorità. Quello di cui abbiamo parlato noi, e per dire, la CNN.

Sempre verificare la stampa locale. Sempre.

E ricordate, se nessun altro a parte un messaggino ve lo dice, significa che è falso. Sempre.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News