Tra TSO e direttive scuola dal 24 settembre per casi di Covid: inutili confronti con bambini in Russia

di Redazione Bufale |

Direttive scuola
Tra TSO e direttive scuola dal 24 settembre per casi di Covid: inutili confronti con bambini in Russia Bufale.net

Viene fuori proprio in queste ore un altro video dai social, questa volta direttamente dalla Russia, con ovvi richiami alla questione TSO e alle direttive scuola per eventuali casi di Covid-19 dopo le riaperture. Una questione, quella odierna, che ancora una volta richiama i contenuti che abbiamo affrontato ieri sera sulle nostre pagine, soprattutto nel caso in cui i nostri bambini dovessero risultare positivi al Coronavirus in classe. O semplicemente mostrare alcuni sintomi con febbre e temperatura corporea sopra la soglia di attenzione.

Chiarimenti su TSO e direttive scuola dal 24 settembre per casi di Covid: bufala dalla Russia

L’allarmismo delle ultime ore nasce da un video che ci mostra il modo in cui sia stato prelevato un bambino dalla sua scuola in Russia, senza che i genitori potessero entrare in contatto con lui. Immediatamente, sono tornati attuali gli isterismi di massa a proposito di TSO, oltre alle presunte direttive scuola che gli operatori dovranno seguire qualora uno degli studenti dovesse presentare i classici sintomi da Coronavirus.

A tal proposito, come notato ieri sera con l’articolo che abbiamo linkato poco fa, ha preso piede una catena tramite la quale i genitori dal 14 settembre negano il proprio consenso affinché ai propri figli sia riservato un trattamento del genere. A dirla tutta, esiste anche un’altra variante del suddetto messaggio virale, con la data del 24 settembre. Tutto inutile. Sia perché il protocollo è stato immediatamente aggiornato dal nostro governo, con la possibilità di portare i propri figli a casa con sintomi e addirittura con tamponi positivi alle spalle, sia in quanto non occorre certo una catena su Facebook per far valere le proprie ragioni.

Insomma, tanto rumore per nulla con le direttive scuola in caso di Covid, con una fake news ed una catena totalmente inutile. Indipendentemente dal fatto che si parli di 14 o 24 settembre. Il caso del bambino in Russia è diverso e non rientra nel protocollo attualmente valido in Italia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News