Tra delibera AGCOM 269/18/cons e la pericolosa truffa WhatsApp post problemi Vodafone il 17 giugno

di Redazione |

AGCOM 269/18/cons

Ci sono almeno due comunicazioni da prendere in esame oggi 17 giugno, in merito sia alla delibera AGCOM 269/18/cons, sia ad una pericolosa truffa che sta circolando su WhatsApp, legata ai recenti problemi Vodafone che abbiamo trattato in tempo reale la scorsa settimana. Proviamo dunque ad analizzare entrambi i casi, in modo tale che, in caso di ricezione di SMS o messaggi tramite la famosa app di messaggistica, si riesca a capire cosa sia vero e cosa invece sia legato ad una truffa certa.

SMS sulla delibera AGCOM 269/18/cons con voucher Vodafone

In primo luogo, occorre analizzare il recente SMS autentico da parte di Vodafone, in riferimento alla delibera AGCOM 269/18/cons. Tutto nasce dalla fatturazione a 28 giorni che ha caratterizzato per alcuni mesi le nostre tariffe un paio d’anni fa. Da AGCOM è arrivato successivamente l’ok per gli utenti finali che intendono chiedere rimborsi e così, per evitare uno scenario simile, la compagnia telefonica sta offrendo dei voucher “di compensazione”.

Lo conferma Mondomobileweb, secondo cui Vodafone sta puntando su 50 GB da consumare con connessione mobile o fissa, in formato extra rispetto a quanto previsto normalmente dai proprio piani. In alternativa, è possibile ottenere un voucher da sfruttare in cinque contesti differenti (buono di 120 euro su Nespresso, 10 euro di sconto su SaldiPrivati, coupon Nike del 20% su un acquisto, un anno gratis per la rivista Traveller o 25 euro di buono con Philips).

Truffa WhatsApp, Vodafone ignara

Su Twitter, in giornata, un utente ha segnalato una nuova truffa WhatsApp, concepita da malintenzionati che si fingono operatori Vodafone. In particolare, si sfrutta il down della scorsa settimana, chiedendo alle potenziali vittime di inviare loro i miei documenti personali via Whatsapp. In questo modo sarà possibile organizzare una sostituzione gratuita del modem internet. Vodafone non agisce mai in questo modo, ragion per cui il messaggio in questione rappresenta una fake news pensata per ottenere dati sensibili degli utenti, a differenza della comunicazione inviata ai sensi della delibera AGCOM 269/18/cons.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News