Tony Iwobi su Carola Rackete: “Chi ama l’Africa non incentiva il traffico di esseri umani”

di Luca Mastinu |

Tony Iwobi su Carola Rackete: “Chi ama l’Africa non incentiva il traffico di esseri umani” Bufale.net

Un meme in libera circolazione riporta un virgolettato di Tony Iwobi su Carola Rackete, e i nostri lettori ci chiedono di verificarne l’autenticità. Tony Iwobi, lo ricordiamo, è un senatore della Repubblica Italiana che milita nella Lega e in più occasioni si è pronunciato sul tema immigrazione, un argomento alimentato anche dopo il caso di Carola Rackete.

La “Capitana” sostiene di essere ricca, bianca e dice di amare l’Africa. Chi ama l’Africa non incentiva il traffico di esseri umani e i viaggi pericolosi e illusori nel Mediterraneo (profanando i confini sacri di uno Stato), ma si impegna nella cooperazione internazionale per favorire lo sviluppo dell’Africa e il benessere del popolo africano per il bene dell’umanità.

Per trovare un riscontro sulle parole attribuite a Tony Iwobi su Carola Rackete, come riporta Il Giornale, dobbiamo spostarci sulla pagina Facebook ufficiale del senatore e troviamo una fonte il 28 giugno:

SEA WATCH:

La “Capitana” sostiene di essere ricca, bianca e dice di amare l’Africa. Chi ama l’Africa non incentiva il traffico di esseri umani e i viaggi pericolosi e illusori nel Mediterraneo (peraltro violando la legge di uno Stato contro il suo Governo e il suo Popolo), ma si impegna nella cooperazione internazionale per favorire lo sviluppo dell’Africa e il benessere del popolo africano per il bene dell’umanità.
L’Africa e gli africani non hanno bisogno di carità, l’Italia ha il diritto di ripristinare l’ordine e la legalità tutelando e salvaguardando l’integrità Nazionale e i suoi confini!

Le due versioni si differenziano solamente nel contenuto tra parentesi. Nel meme, infatti, tra le parentesi leggiamo: “Profanando i confini sacri di uno Stato”, mentre in realtà Tony Iwobi aveva scritto: “Peraltro violando la legge di uno Stato contro il suo Governo e il suo Popolo”. Tutto il resto è identico, anche se nel meme non viene riportato l’ultimo capoverso del post originario.

Parliamo di notizia vera, dunque, perché il meme riprende esattamente il post pubblicato da Tony Iwobi su Carola Rackete il 28 giugno 2019, e aggiungiamo il tag “precisazioni” per riportare la differenza del contenuto tra parentesi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News